Utente 333XXX
Gentili dottori,premettendo che vivo un periodo un po difficile dovuto ad ansia prolungata dovuto ad un rapporto avuto alcuni anni fa e seguito da diverse analisi HIV,anti HCV,HBV,TPHA VDRL effettuate nel 2006 e negative ogni tanto mi capita di ripensare al fatto che il mio barbiere dal quale vado dall'infanzia non utilizza lame monouso,si limita a sciacquarla quando rifinisce il taglio di capelli,personalmente non ricordo di avermi mai tagliato nè mi sono mai fatto radere la barba ma sto valutando l'idea di cambiare barbiere,mi chiedo tuttavia come possa lavorare per anni superando i controlli sanitari e considerando che è sempre affollato di clienti anchebambini...per anni non mi sono mai posto il problema ora che vivo in ansia ho paura un po di tutto,frequento lo stesso barbiere da quando avevo 5-6 anni,non mi sono mai fatto la barba mi taglia solo i capelli, ho notato però che quando spunta le basette e fa dei ritocchi con un rasoio che non mi pare monouso,non è quello che usa per tagliare la barba credo,vedo solo che lorisciacqua , non mi pare mi abbia mai tagliato ma sono un pò confuso,volevo sapere se è tutto normale,se dovessi fare un test hcv per il barbiere mi sembrerebbe di essere paranoico, è possibile che un barbiere trascuri deliberatamente per anni le piu basilari norme di igiene e nessuno se nelamenti? Scusate lo sfogo, grazie.

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente, se effettivamente il suo barbiere non utilizza lame monouso, non si rechi più da lui, segnali il tutto ai NAS dei Carabinieri di Milano ed esegua markers epatite ed HIV test.
Marcello Masala MD
Marcello Masala MD