Utente 210XXX
Salve, sono un ragazzo di 24 anni.
Il 27 maggio 2011 ho avuto un rapporto con una prostituta, avendo sempre il preservativo dall'inizio del rapporto orale, poi penetrazione, fino a quando lo ha tolto ed ho eiaculato sul seno. L'erezione nella penetrazione non era massima.
Dopo 2 settimane circa, il 10 giugno 2011, ho accusato mal di gola e tosse e un po di stanchezza ed ho avuto subito paura pensando a un possibile contagio da hiv.
Oggi ho fatto esame Hiv ab in un laboratorio d'analisi e mi daranno l'esito dopodomani dicendomi che l'esame riesce a trovare gli anticorpi (se ci sono) anche a distanza di pochi giorni, cosa che mi sorge strana dato che quasi tutti i siti dicono che ha validità a 3 mesi e ulteriormente 6 mesi.
Secondo voi quanto posso essere a rischio?
Quando e quante volte dovrò rifare il test?
Sono molto preoccupato associando i sintomi con cio' che è accaduto e non trovo pace.
Grazie per le risposte e i consigli.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
posto che, se le cose stanno come ci ha raccontato, direi che non ha tenuto comportamenti a rischio, i 3 mesi canonici sono quelli universalmente accettati come limite per valutare l'attendibilità del test.
Se lei non ha avuto rapporti non protetti non ci sono pericoli.
Comunque, quando farà il suo test, verifichi anche le sue sierologie per HCV HBV

Saluti
Luigi Mocci MD

[#2] dopo  
Utente 210XXX

La ringrazio per la risposta,
volevo chiederle hcv e hbv che sintomi iniziali hanno?
quando invece dovrei fare gli esami HCV e HBV, cioè quanto tempo deve passare affinchè possano essere veritieri?
Per fare questi esami devo specificare altro o devo richiedere semplicemente esame hcv e hcb?

[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Vale sempre la regola dei tre mesi e sono nella stragrande maggioranza dei casi asintomatici
Luigi Mocci MD

[#4] dopo  
Utente 210XXX

Dottore volevo chiederle per quanto riguarda il tipo di test hiv, dove l'ho effettuato mi hanno detto che è di terza generazione ELISA.
Un test di questo tipo dopo quanto mediamente può riscontrare la presenza di anticorpi?
(chi mi ha fatto il prelievo mi ha detto qualche giorno, la biologa del laboratorio mi ha detto 60gg, chi ha ragione?

[#5] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La biologa mi pare di maggior buonsenso...
Luigi Mocci MD

[#6] dopo  
Utente 210XXX

Volevo chiderle qualcos altro in merito ai sintomi da hiv.

Su internet si legge nella stragrande maggioranza dei siti che i primi sintomi sorgono dalla terza alla sesta settimene circa dal presunto contaggio con influenza, mal di gola ecc... breve o che dura 2 mesi;

Chi dice che i sintomi se si manifestano sono evidenti ad es febbre alta;


Chi dice che non da quasi mai sintomi ad es. il numero verde del ministero della salute;

1)In caso di contagio quale tesi ha maggior attendibilità?
2)Esistono percentuali relative al rapporto
sintomi-sieroconversione?

Perdoni l'insistenza ma vorrei capire perchè tante posizioni così differenti

[#7] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
sul web il 90% ed oltre delle cose che ci sono scritte sono, parlando educatamente, delle solenni baggianate. Il numero verde del ministero è cosa seria.
HIV è perloppiù asintomatico, non ci sono dimostarzioni che sia diverso. Lça scoperta della sieropositività è casuale, o per avere fatto il test o perchè l'immuno deficienzza ha progredito tanto da portyare allo sviluppo di patologie assolutamente inconsuete.
Questo e quanto, il resto delle cose che sente le consideri come il ronzìo delle zanzare.

Buona serata
Luigi Mocci MD

[#8] dopo  
Utente 210XXX

la cosa che non mi convincie è che in questo 90% di baggianate sui sintomi ci sono anche affermazioni di medici, alcuni dei quali scrivono anche in questo sito

[#9] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Caro mio, e con ciò concludo perchè vorrei rispondere anche a qualcun'altro. La prenda come vuole, ma sono tutte cose retrospettive! Sio deducono solo dopo che la diagnosi di HIV è stata fatta! Allora chiunque ha rapporti sessuali ed ha mal di gola o influenza dovrebbe avere una sieropositività per HIV? Chi lop sa per tempo è chi fa un sesame del sangue per altri motivi o fa parte di una popolazione a rischio oppure ha una patologia banale, che non passa e alla fine, come ultima cosa, gli viene fatto HIV.
Questo è quanto, se non basta per metterle il cuore in pace mi spiace molto, ma non riescio ad essere più preciso.

Buona giornata
Luigi Mocci MD

[#10] dopo  
Utente 210XXX

Buonasera dottore, ho eseguito il test a 30 giorni ecco il risultato:

HIV I/II ab - III generazione Esito: negativo
Metodo immunoenzimatico
per la ricerca degli anticorpi
contro gli Antigeni Core ed Envelope
dell'HIV I/II

cosa vuol dire nello specifico?
quando consiglia di rifarlo nuovamente? (oltre ai 3 mesi)
posso stare un pò più tranquillo?

P.S. i sintomi influenzali sono passati nel giro di 12 giorni

[#11] dopo  
Utente 210XXX

anche se un pò di mal di gola rimane

[#12] dopo  
Utente 210XXX

scusate l'insistenza ma non c'è nessuno che può rispodermi?