Utente 225XXX
Salve,
da 2 anni sto con un uomo affetto da epatite c...
da qualche mese vorremmo provare ad avere un figlio (lui ne ha già una con un'altra donna, sanissima)
Io sinceramente sono un pò in ansia,già di mio sono ipocondriaca..... ho sempre il terrore di contrarre la malattia coi rapporti...però è anche vero che così non si può vivere la sessualità col proprio partner. avrei bisogno di porvi qualche domanda!

- coi rapporti orali è possibile il contagio?
- esiste il rischio di trasmissione al feto in caso di gravidanza?
- per avere una gravidanza, ovviamente dobbiamo avere rapporti non protetti... ma c'è comunque qualche accortezza da avere??
- io spesso dopo i rapporti ho piccole perdite di sangue, questo potrebbe essere un problema?? potrebbe aumentare il rischio di contagio??

La dottoressa della nostra città, che lo seguiva ci ha aveva detto che oralmente era praticamente impossibile, mentre sessualmente c'è una percentuale davvero molto bassa di contagio in quanto si trasmette sangue-sangue .... e di evitare rapporti in caso di mestruazioni .....

scusate le mille domande, ma sono un pochino in ansia e confusa!
io voglio una gravidanza... e questa cosa spesso mi blocca!!! e anche la nostra sessualità ne risente :(

Grazie mille in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli

32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
purtroppo il rischio di trasmissione sessuale dell'epatite C esiste seppur basso cosi' come la possibilità che una donna che sia infettata dal virus C possa trasmettere l'infezione al feto.
I rischi aumentano con la presenza di lacerazioni o ferite, infezioni sessualmente trasmesse ( tipo l'Herpes genitale etc...).
Al contrario il rischio diventa nullo in caso di negativizzazione del virus ( dopo terapia).
Il suo patner ha mai pensato di intraprendere una terapia anche per ridurre i rischi di contagio?

Cordiali Saluti
Dr. Roberto Chiavaroli

[#2] dopo  
Utente 225XXX

Salve, grazie della risposta...
Aveva provato a fare la terapia qualche anno fa.. ma stava male (depressione, stanchezza ecc) non stavamo insieme quindi non so per bene cosa aveva...... e non era appunto riuscito a continuarla.
Ora ho sentito dire sia più leggera, è vero?
In cosa consiste precisamente? quali esami andrebbero fatti prima?
è vero che durante la cura dovremmo avere rapporti protetti perchè rimanendo incinta nel periodo in cui lui è sotto cura potrebbe causare gravi danni al feto?

Grazie!


[#3] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli

32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
si,
attualmente la terapia consta di un'associazione di interferone ( solo una volta alla settimana) e Ribavirina tutti i giorni. Quest'ultima deve essertre sospesa ( anche dall'uomo) sei mesi prima di un'eventuale gravidanza. La durata della terapia dipende dal tipo di virus ( genotipo) e può durare sei o 12 mesi , quindi la gravidanza va ritardata di 1 anno-1 anno e mezzo.
Gli esami utili qundi sono l'HCVRNA ed il genotipo virale oltre le transaminasi

Spero di essere stato di aiuto
Dr. Roberto Chiavaroli

[#4] dopo  
Utente 225XXX

Proprio per questo cercavo di ritardare un pochino la cura......forse è brutto da dire così........ ma io ho davvero voglia di maternità.... e tra un problema e l'altro non arriva.
Oltrettutto ho spesso perdite ematiche e questo fa si che i nostri rapporti non protetti siano sempre meno.
E purtroppo io soffro anche di ipocondria.... quindi può immaginarsi come viva questa cosa...........e come la viva anche lui.


Adesso facendo le ultime analisi gli sono risultati i trigliceridi alti.... e da quanto ne so io non è una bella cosa con un problema anche di fegato........

[#5] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli

32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Difficile consigliarla...
in ogni caso questa epatite andrebbe curata prima o poi vista la giovane età...
forse potreste andare in due da uno specialista infettivologo per pianificare il tutto in base ai rischi e ai vantaggi...
Dr. Roberto Chiavaroli

[#6] dopo  
Utente 225XXX

Lui ha 43 anni... ha l'epatite da 20anni...
Forse potremmo fare come mi consiglia lei.. proverò a cercare in zona...
la sua dottoressa le aveva detto che per rapporti orali era impossibile, e per rapporti non protetti c'era una percentuale davvero bassissima.. di non avere rapporti non protetti solo col ciclo e in presenza di sangue... ma io non sono mai stata davvero tranquilla..

Per la cura si può fare da casa ( cioè sono pastiglie?) ?o sono iniezioni sul braccio da fare in ospedale?
Grazie ancora

[#7] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli

32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Si, in effetti i rischi esistono soltanto per rapporti sessuali completi e ripetuti nel tempo come accade in una coppia fissa. Più che il sangue mestruale il rischio per la donna è se è l'uomo ad avere tagli, ferite o infezioni.
La terapia può essere tranquillamente effettuata d casa ( compresse per bocca e una iniezione sottocutanea alla settimana)

Cordiali Saluti
Dr. Roberto Chiavaroli