Utente cancellato
Salve! Colgo l' occasione per ringraziare i medici che hanno risposto ai precedenti consulti. Quanto alle influenze che mi colpivano ripetutamente adesso stò un pò meglio in quanto effettuo cicli di un lisato batterico. Da qualche settimana avverto una strana e fastidiosa senzazione di bruciore o prurito dietro e ai lati del collo senza eruzioni o arrossamento della pelle, lieve senzo di nausea soprattutto al mattino e un pò di debolezza. Persistono da mesi doloretti ossei diffusi, bruciore agli occhi e dolori improvvisi alla testa quando mi alzo o abbasso col capo; la notte alle volte mi alzo sudato freddo nel petto e nella nuca.
Circa un mese fà ho avuto un ingrossamento dei linfonodi inguinali durato una settimana che il medico di fiducia non ha valutato significativo. La temperatura corporea arriva anche a 37.1 - 37.2 °C nella tarda serata. Ho eseguito le analisi del sangue: VES 29 mm/h; PCR 0.55 mg/dl; Glicemia 78; Azotemia 25; Creatinina 0.99; Sideremia 59; REUMA TEST neg.; Titolo ASO 100 ui./ml; ALT 22, AST 37; Gamma GT 28; Fibrinogeno 498; IgG tot. 655 mg./dl, IgA 197, IgM 103 - WBC 7.12, RBC 4.52, HGB 14.20, HCT 44%, MCV 97.30,MCH 31.40,MCHC 32.27, PLT 220, NEUT 74.60%,LINP 15%,MONO 3.40%,EOSI 6.80%,BASO 0.20%. Ho anche effettuato un RX torace ed una urinocoltura che entrambi anno dato esito negativo. Quando urino avverto bruciore soprattutto al termine del getto come se l' urina fosse acida e senzo di fastidio all'inguine ma le ultimissime analisi delle urine sono apposto (in precedenza avevo leucociti a tappeto e cellule bvu). Devo preoccuparmi??, ci sono altre analisi per capire meglio il funzionamento del sistema immunitario o per vedere se vi sono infezioni in atto?, i sintomi che ho possono dipendere da uno stato di stress? Per favore rispondetemi perchè sono un pò preoccupato, penso a malattie del sangue od altro in quanto il mio medico aveva parlato di eseguire anche la tipizzazione linfocitaria e la immunofissazione. La leucemia od un linfoma vengono visti con l' emocromo che ho eseguito? VI RINGRAZIO IN ANTICIPO, BUON LAVORO.

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
0% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
gentile Signore,
mi permetto di risponderle, vedendo il suo consulto inveaso, nell'attesa che i colleghi dell'area specifica da lei richiesta, lo facciano, sperando di fare cosa utile e a lei gradita.
Con tutti i limiti che un consulto via internet ha,e la raccomandazione di fare riferimento sempre al suo medico e alla visita diretta, oltre alla VES c'è un aumento dei monociti che possono aumentare, non solo, nei problemi di pertinenza ematologica, autoimmune e in alcune infezioni (brucellosi, mononucleosi ecc ecc) ma anche in problemi dell'apparato digerente.

Quando ripeterà il controllo ematologico sarebbe opportuno, oltre a fare il test per mononucleosi e brucellosi, fare anche lo striscio periferico come consigliato dal suo medico; qualora siano persistenti i linfonodi inguinali converrebbe approfondire le indagini senza per questo entrare in ansia; il suo emocromo è nei limiti, fatta eccezione per quanto le dicevo sopra. Non è il caso di avere paura o pensare chissà cosa ma con tranquillità monitorare la situazione ed indagare come le è stato consigliato.

L'ansia e lo stress certamente influiscono sulla reattività del sistema immunitario.

Sperando di averle fatto cosa gradita
le porgo i miei auguri e cordiali saluti
Agnesina Pozzi