Utente 593XXX
Gentili Dottori,
vi descrivo la mia situazione, spero che possiate aiutarmi.
Il giorno 25 novembre 2007 ho avuto un contatto con il sangue della mia ragazza tramite la bocca.
Il giorno 22 dicembre 2007 mi sono svegliato con una forte irritazione al palato e con dolori alle tempie.
Poi i giorni successivi sono arrivati dolori muscolari alle gambe e dolori dietro al collo e nel bacino.
Ho notato dei linfonodi gonfi sul mio lato destro del collo sia frontale sia dietro.
Ho avuto reflusso gastroesofageo per circa 10 giorni con un sapore amaro in bocca e all’inizio dell’anno ho cominciato a notare la candidosi sulla lingua.
Poi ho visto anche una stomatite aftosa sul palato e tutte bollicine sul palato e sulla lingua che è sempre irritata.
Ho pensato subito al peggio, ho fatto le analisi del sangue e c’erano a metà gennaio i neutrofili bassi e i linfociti alti in valore percentuale.
Il medico mi ha detto che è un’infezione virale, non è risultata la toxoplasma e sono in attesa dei risultati per la mononucleosi.
Nel frattempo però ho scoperto di avere tutti i sintomi correlabili all’Hiv.
Ho fatto il test Elisa per l’Hiv 1 e 2 il 19 febbraio, a 86 giorni di distanza dal contatto col sangue e oggi ho saputo che è negativo sia l’esito sia il riferimento.
Non sò più cosa pensare, non ho mai avuto febbre, la sera mi sento caldo sulla fronte ma poi ho una temperatura molto bassa, a volte anche sotto i 36 gradi.
Non ho avuto nausea e vomito ma ho aerofagia costante da dicembre.
Oggi 28 febbraio ho ancora i linfonodi gonfi, la lingua bianca, l’ulcera in bocca, il palato e la lingua irritati al risveglio, i dolori muscolari e la sonnolenza.
Ho notato negli ultimi giorni la presenza di unghie delle mani con colorito blu.
Cosa può essere, ho pensato a tutto, leucemia, epatite virale, herpes?
Ho paura forte dell’Hiv, è definitivo a 86 giorni il test o devo aspettare 6 mesi?
Può influire il fatto che non ho mai avuto il virus dell’influenza e quindi l’Hiv sia ancora latente?
La mia ragazza sà di avere l’anemia mediterranea dalla nascita, può entrarci qualcosa?
Vi ringrazio per un vostro parere in proposito.
Saluti.

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente se il suo test è negativo durante tutti questi sintomi, vuol dire che gli stessi non hanno nulla a che vedere con l'HIV. Un test durante i sintomi da sieroconversione viene sempre positivo. I suoi sintomi peraltro sono molto aspecifici, ed alcuni come i reflusso e le conseguenti afte alla bocca non sono correlabili. Se la sua partner ha l'anemia mediterranea ed è politrasfusa, si configura un rischio medio elevato altrimenti no. In conclusione deve ripetere test HIV a 100 giorni, e markers epatite a 180 dal presupposto rischio. Le consiglio comunque un videat dallo specialista d'ambito per un inquadramento più ampio dei suoi problemi.
Marcello Masala MD

[#2] dopo  
Utente 593XXX

Grazie Dottore per la sua risposta.
Secondo il suo parere è da escludere la mononucleosi?
La mia ragazza ogni tanto lamenta dolori sul fianco sinistro e ho pensato fosse dovuto alla milza.
Inoltre su di lei sono spuntate delle macchioline microscopiche rosse sul petto e mi ha detto che le ha anche sua madre.
Ultimamente le ho notate anche su di me, ne ho almeno 3 sul petto.
Ho notato anche un'altra cosa, ho sempre fame ma negli ultimi mesi sono dimagrito.
Lei dice rischio medio elevato,ma non ho capito per cosa, per l'Hiv o per l'epatite?
Grazie per la sua risposta.
Saluti.

[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
In prima istanza non si può escludere niente, motivo per cui le consiglio una visita specialistica. Chi ha rapporti con soggetti politrasfusi ha rischio per tutte le malattie a trasmissione parenterale.
Marcello Masala MD

[#4] dopo  
Utente 593XXX

Gentile Dottore mi scusi di nuovo e la ringrazio per le rapide risposte che mi sta fornendo.
Non sapevo il significato di politrasfusi, mi sono informato e le posso dire che la mia ragazza non ha bisogno di trasfusioni di sangue e non le ha mai fatte.
Lei mi ha riferito di essere portatrice sana di anemia mediterranea.
La ringrazio, farò una visita specialistica come lei mi ha consigliato e farò anche un'ecografia ai linfonodi sul collo.
Un'ultima cosa volevo chiederle, si può curare l'epatite virale?
Grazie, le farò sapere dei risultati.Buon lavoro.

[#5] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
La risposta alla sua domanda occupa un intero volume di epatologia, comunque per sommi capi le dico che nelle epatiti virali acute in genere la terapia è di sostegno. Per le forme croniche B e C esistono varie strategie terapeutiche che mirano non a guarire la malattia ma a ridurne l'attività. Alcuni sierotipi virali tuttavia non rispondono granchè alla terapia, in modo particolare il discorso vale per il virus C.
Marcello Masala MD

[#6] dopo  
Utente 593XXX

Gentile Dottore stamattina ho ritirato i risultati per la mononucleosi, i valori sono i seguenti:
VCA Ig G 6,04 con un range tra 0 e 0,9 metodo Elisa
VCA IgM 0,81 con un range tra 0 e 0,9 metodo Elisa

Ho scoperto quindi di avere la mononucleosi, volevo chiederle ma i valori non sono troppo alti?
Sparirà da solo il virus o devo fare qualche cura?
Sono già tre mesi che ho i sintomi e non accennano a passare.
Grazie per la sua risposta.
Cordiali saluti.

[#7] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Le non ha la Mononucleosi, ma la ha avuta. Se vuole dare una data al processo morboso esegua IgM e IgG per EBNA, quest'esame la aiuterà a capire se l'evento è recente o meno.
Marcello Masala MD

[#8] dopo  
Utente 593XXX

Gentile Dottore mi ero rincuorato vedendo le analisi, pensavo alla mononucleosi, invece è sicuramente qualcosa di peggio.
Grazie per le sue risposte, vedrò di fare tutti gli accertamenti che lei mi ha segnalato, anche se il mio medico ha detto che non è nulla e non sò come faccia a dirlo.
Cordiali saluti.

[#9] dopo  
Utente 593XXX

Gentile Dottore la volevo informare sulla mia situazione.
Seguendo il suo consiglio ho ripetuto il test Hiv 1 e 2 esame tipo Ab dopo 115 giorni dal contatto sospetto col sangue ed è risultato negativo.
Devo ripetere il test a 6 mesi?
Non sto tranquillo perchè non sò cosa ho, un medico mi ha detto che ho una mononucleosi che non risulta dalle analisi, è possibile?
Dopo 125 giorni, oggi ho ancora tutti i sintomi e sono sempre molto stanco.
Il prurito al palato e le macchioline sulla lingua non passano.
Ho ancora la lingua bianca a volte e l'ulcera è ancora sul palato.
Da 15 giorni la sera ho sempre gli occhi rossi, ma la mattina passa, e un mal di testa continuo, mi sento caldo in fronte ma non ho mai la febbre.
Mi prendono ogni tanto dei dolori alla colonna vertebrale nelle zone lombari.
Che mi consiglia di fare?
La ringrazio per le sue risposte, cordiali saluti.

[#10] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Un HIV negativo a 115 giorni è affidabile. Vi sono varie forme monocitiche, e non solo da EBV(citomegalovirus, toxoplasma etc), le consiglio di affidarsi ad un collega infettivologo per essere visitato e seguito.
Marcello Masala MD

[#11] dopo  
Utente 593XXX

Gentile Dottore grazie per la sua risposta.
Avevo dimenticato di dirle che ho fatto anche un'ecografia al collo e all'addome.
E' risultato tutto ok per quanto riguarda l'addome, sono emersi un paio di linfonodi sul collo dal lato destro che ultimamente sento meno gonfi di 3 mesi fa però ci sono ancora.
Fisicamente mi sembra di stare sempre peggio e non vedo miglioramenti col trascorrere del tempo.
Mi rivolgerò ad un medico specialista nel settore come da lei consigliato e andrò a fare una visita anche se già alcuni medici che mi hanno visitato non mi hanno saputo dare delle spiegazioni convincenti.
Le farò sapere sulla mia situazione, buona giornata e grazie.

[#12] dopo  
Utente 593XXX

Salve, vi descrivo brevemente la mia situazione molto complicata.
Circa due anni fa ho avuto un contatto col sangue della mia ragazza tramite bocca.
Dopo 20 giorni ho cominciato ad avere vari problemi, un'afta sul palato e bruciore, lingua bianca e sapore amaro in bocca, dolori alle tempie e articolari, e si è gonfiato un linfonodo sul collo dal lato destro.
Non ho avuto febbre in questo periodo, ho avuto diarrea e areofagia.
Ho fatto le analisi del sangue dopo un mese e i linfociti erano molto bassi, circa il 30% su una media di 50%.
Col passare del tempo ho iniziato a pensare all'hiv.
Alcuni dottori mi hanno detto che poteva essere mononucleosi perchè nel frattempo ho fatto 3 test per l'hiv, a tre mesi, a quattro mesi e a sei mesi tutti negativi col metodo elisa.
Non sono mai migliorato, sono sempre stanco, ho i linfonodi gonfi sul collo a destra e sinistra e anche sottomandibolari, dietro l'orecchio e dietro il collo con rigidità dello stesso.
Sento anche le ghiandole del collo gonfie, e dolenti ogni tanto.
A volte sento fastidio ad inghiottire e adesso sento un dolore sul lato sinistro del collo molto forte.
Ho fastidio anche ai linfonodi sotto le ascelle.
Ho sempre gli occhi rossi e le gengive molto sanguinanti come mai prima.
Non sò più cosa pensare, sicuramente sarà hiv perchè le ghiandole sono sempre gonfie ogni giorno di più quindi c'è un'infezione in atto.
Cosa potete gentilmente dirmi in proposito e cosa mi consigliate di fare?
Ho intenzione di fare una ecografia al collo.
Vi ringrazio anticipatamente.
Saluti.