Utente 302XXX
salve sono uno studente in infermieristica, scrivo per un parere.
Verso novembre scorso una sera dopo aver fumato per prova una pipa di un amico e subito dopo aver baciato una ragazza, ho sentito tutto il dorso linguale bruciare e pure la gola, credendo fosse l effetto del fumo della pipa non ci feci caso e continuai la serata. Il giorno dopo mi svegliai con le lingua gonfia (ed i margini linguali impressi), il dorso di aspetto vellutato e verdastro e la gola arrossata. Francamente per due settimane trascurai la cosa, dopo vedendo che il bruciore non passava iniziai sciaqui con bicarbonato e iodosan. Il bruciore nella gola inizio' a scomparire ma le papille sono diventate ipertrofiche, inoltre da quasi subito l' inizio acuto dell' affezione si accumula solo sul dorso della lingua in maniera omogenea uno strato di materiale che sembra di cellule morte ma un po piu pastoso ho il dubio di avere una candidosi orale cronicizzata. Il medico di base mi ha con qualche dubbio confermato la cosa e mi ha prescritto Fluconazolo, sicuramente questo ha migliorato la cosa ma solo per i giorni che l ho assunto dopo torna la situazione iniziale di bruciori lingua gonfia ecc... daktarin nessun effetto, l unico antimicotico che e' riuscito a debellare l'affezione per qualche settimana e' stato un non azolitico il mycostatin ma aime' oggi dopo 3 sett dalla cura e' tornata forte come il primo giorno. Come posso intervenire in maniera definitiva? ho scoperto pure un simpatico raschietto pulisci lingua comprato in farmacia che mi aiuta a mascerare sul momento la cosa.

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica

È probabile che non si tratti di micosi e lo spazzolare la lingua va bene. Beva discretamente durante la giornata ed alimentazione con preferenza di frutta e verdura, mentre i grassi vanno ridotti . Utile un tampone del faringe.

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it