Utente 343XXX
Salve, premetto che non sono un habituè del caso, ma mi sono trovato a festeggiare con amici ed in seguito ho avuto un rapporto sessuale con una prostituta, chiaramente ho indossato il preservativo, ma alla fine del rapporto ( di breve durata ) ho scorto, solo sulla punta del preservativo ancora indossato, una piccola striatura di sangue, al chè mi sono spaventato e ho domandato se avesse avuto le mestruazioni, la risposta è stata affermativa.
Con delicatezza aiutandomi con un fazzoletto ho tolto il preservativo ( che peraltro non era completamente srotolato ) ed ho proceduto a lavarmi il pene.
Preciso che il preservativo era integro e che sulla parte scoperta del pene non c'erano lesioni o abrasioni e non era umido.
Non ho chiesto alla signorina in che condizioni di salute si trovi sia per la poca confidenza, ma sopratutto per quello che può valere una risposta se poi la realtà è un'altra.
Ora sono molto preoccupato per eventuali malattie infettive ecc. Vi chiedo cortesemente una Vs. opinione ed un consiglio di come procedere per potermi tranquillizzare.
Vi ringrazio anticipatamente per il tempo che mi dedicate e mi complimento per l'ottimo lavoro che state facendo.
Cordiali saluti.
P.P.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Seghedoni

24% attività
4% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
MANTOVA (MN)
MODENA (MO)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Buonasera

le rispondo io, dal momento che il suo post è in attesa da diversi giorni.
Qualche rischio c'è di essersi contratto una patologia sessulamente trasmissibile, anche se è difficile che possa trattarsi di epatite C o HIV. Il rapporto è stato protetto, ma forse ha avuto dei preliminari prima scoperti, con possibilità di contagio di herpes o papillomavirus.

Per potersi tranquillizzare, io farei una batteria di esami ematici, richiedendo le
IG g e IG m di HIV, HCV, herpes I e II. Per il papilloma non penso esistano test ematici, ma deve controllare che non vengano verruche genitali.

Gli stessi esami li richiedere fra 6 mesi, per essere sicuro di non avere un viraggio. Dopo tale termine lei puo tirare un respiro di sollievo, prima deve proteggere le persone a lei care.

Un saluto
Dr. Andrea Seghedoni,
neurochirurgo
www.andreaseghedoni.com