Utente 371XXX
Buongiorno,

vi espongo quanto accadutomi per avere un vostro parere...premetto; sono un soggetto molto ansioso.

Dunque...ho ricevuto una fellatio (protetta con preservativo), durante il rapporto la sig.ina ha toccato con labbra e lingua i miei testicoli. A rapporto ultimato (al max dopo 3 min) mentre mi stavo lavando ho notato che la sig.ina aveva un herpes labiale.

Preso dall'ansia dopo pochi giorni (2 per l'esatezza) mi sono rivolto a un dermatologo, il quale mi ha consigliato di effettuare subito gli esami specifici per herpes tipo 1-2 (avrei già potuto averlo da anni e non saperlo) e cmq di star tranquillo, visto l'accaduto. Ad una settimana dal contatto ho effettuato il prelievo e dopo alcuni giorni il risultato era negativo ( IgG e IgM). Sentito il dottore mi ha rassicurato dicendomi che dopo 1 settimana le Igm avrebbero dovuto positivizzarsi, comunque di ripetere ( per il mio quieto vivere) gli esami dopo 1 mese ma, secondo lui, non dovrei avere nessuna sorpresa.

Le mie domande sono: quante probabilità ho che il prossimo test (ricerca anticorpi herpes) sia positivo?

Poi...sarò paranoico ma volevo inoltre chiedervi...rischio HIV ? So che ci vuole un contatto diretto con ferite sanguinanti ( PRECISO...IL CONTATTO E' STATO CUTANEO E NELLA ZONA DI CONTATTO NON AVEVO NESSUNA FERITA, TAGLIO ECC ECC E NON HO VISTO SANGUE NE MIO NE DELLA CONTROPARTE....se poi avessi avuto una microlesione visibile solo a microscopio questo non lo so) ma il dubbio è: se mi avesse infettato con l'herpes e fosse infetta anche con hiv? (mi sto cmq facendo forza ad accantonare questo ragionamento pensando: allora così facendo anche un raffreddore passato da un s+ ad un s- sarebbe contagioso...e così facendo tutto il mondo sarebbe infetto !!! ).

Ultima domanda...rischio sifilide? ho rischiato qualcosa o è solo una paranoia??

Aggiungo infine che ad oggi ( più di 20 giorni dal contatto) non ho alcun sintomo visibile sulla zona interessata dal contatto !

Grazie per l'attenzione e per le eventuali risposte e Vi auguro una buona giornata.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
il rapporto è stato protetto come doveva essere.
Dunque non è un rapporto a rischio.

L'Herpes labialis è sostenuto dall'HSV quasi sempre di tipo I assai raramente di tipo II che è il sierotipo che causa l'herpes genitale.

Lo sfioramento di cute sana era di per sè già a basso rischio, e probabilmente l'herpes era in fase di risoluzione.

I sintomi clinici, essendo Lei risultato immunologicamente vergine all' HSV 1 - 2 avrebbero dovuto manifestarsi entro 3 - 6 giorni dal contagio.

Ne sono passati 20!!

Archivi il capitolo e non ci pensi proprio più.

Cordiali saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 371XXX

Gentile Dott. Caldarola, la ringrazio per la risposta, ora sono un po' più tranquillo !

Le auguro una buona giornata