Utente 375XXX
Buonasera.
In data 26 febbraio ho fatto del sesso orale non protetto ad una prostituta, per circa 2/3 minuti nella sola zona clitoridea...poi preso dal rimorso nei confronti della mia ragazza ho lasciato perdere il tutto e sono tornato a casa.

Dopo 4gg inizio ad accusare lingua bianca e feci molli.
Ripenso a quanto fatto e preso dalla paura di HIV la mia situazione mentale peggiora...al 14imo giorno faccio un test (da me pagato) per togliermi dalla testa la paura (se ho dei potenziali sintomi il test dovrebbe risultare positivo perchè gli anticorpi dovrebbero già cercare di difendermi)...fortunamente è negativo.

La lingua successivamente è migliorata, resta ancora il discorso delle feci molli...che però non riconduco alla mia stupidata in quanto verificatesi dopo nemmeno 4gg...e il virus non è cosi veloce.

Ora le mie domande:

1) quanto rischio ho davvero corso?
2) so che è rischioso in caso di mestruazioni, ma io sangue in bocca non ne ho percepito...ciò basta a dire che non ne ho ingoiato o devo temere?
3) ho contatto la LILA e l''ASL di Bergamo che mi hanno detto in ordine: no, non serve il test se no con sangue e hai lo 0,0000001% di aver preso HIV

Ora...oltre l''HIV so che è remotissima come ipotesi, il problema delle feci può essere solo stress o altre malattie, tranne epatite per cui sono vaccinato, possono star incidendo?

Il test comunque lo andrò a rifare al 25imo giorno, che so avere un''attendibilità molto alta...grazie dell''aiuto e per le risposte.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
premesso che avendo un curante è bene che si tenga in contatto con lui o se vuole mantenere l'anonimato che si rivolga ad un centro pubblico per le MST:
-a 30 gg faccia un test per HIV 1-2 di IV generazione con ricerca della p24 che sarà attendibile al 97% se negativo.
Lo ripeta dopo 90 giorni se vuole il risultato definitivo.
Alla ASL e alla Lila si sono dimenticati di ricordarle i rischi di contrarre la sifilide con il cunnilingus per cui faccia anche lo
-screening per la sifilide.

Solo così sarà tranquillo, sennò andrà avanti ad oltranza con il tarlo del dubbio.

Per quanto attiene alle feci molli, non c'entra nulla l'HIV ma potrebbe avere preso una infezione da protozoi tipo Giardia.

Quindi un esame delle feci per la ricerca di parassiti (elminti e protozoi) è consigliata.

Cordiali saluti.

Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 375XXX

Grazie dottore...in merito alle mie domande può fornirmi una risposta?

1) quanto rischio ho davvero corso?
2) so che è rischioso in caso di mestruazioni, ma io sangue in bocca non ne ho percepito...ciò basta a dire che non ne ho ingoiato o devo temere?
3) ho contatto la LILA e l''ASL di Bergamo che mi hanno detto in ordine: no, non serve il test se no con sangue e hai lo 0,0000001% di aver preso HIV

per le MST so che ho corso dei potenziali rischi ed effettuerò dei test.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
"hai lo 0,0000001% di aver preso HIV"
Se la sente di archiviare il caso?
O tra un mese al primo raffreddore penserà a una sindrome retrovirale acuta e andrà nel pallone??

A lei l'ardua sentenza.....
:-)

Con simpatia.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.