Utente 333XXX
Gentili dottori,
Vi scrivo perchè ho letto da poco un articolo riguardante la malattia di Lyme e la descrizione e la foto del tipico eritema mi ha ricordato uno uscitomi sul braccio circa un anno fa in seguito alla puntura di un qualche insetto.
Dato che non mi sembrava essere la tipica puntura di zanzara feci delle foto ma non mi preoccupai più di tanto visto che l'eritema scomparve dopo qualche giorno.
Ora, però, vorrei togliermi questo dubbio e mi chiedevo se in qualche modo fosse possibile allegarvi le foto scattate per avere un vostro parere.
Quali esami o test dovrei eseguire per rilevare l'eventuale presenza della malattia?

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
per le regole del sito non possiamo valutare fotografie e lastre. E mi sembra una cosa saggia.

L'eritema della Malattia di Lyme, detto anche "Erythema chronicum migrans" proprio in quanto "chronicum" non si risolve in pochi giorni.

Ad ogni buon conto, ancora la diagnostica della M.di Lyme è su base clinico - anamnestica: i test immunoenzimatici infatti spesso non sono attendibili e l'unico escamotage è ricorrere alla PCR per la identificazione di minime quantità dell'acido nucleico della Borrelia Burdgoferi, effettuato in ospedali infettivologici IRCCS come lo Spallanzani a Roma e il Luigi Sacco a Milano.

Non conosco se l'ospedale della citta in cui ella risiede, sia attrezzato almeno per i test immumoenzimatici, che potrebbe effettuare in screening per valutare quantitativamente la presenza di IgM e di IgG anti Borrelia.

Ne può parlare con il suo curante.
Mi può aggiornare se lo desidera.

Cordiali saluti.



Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.