Utente 395XXX
Egregi dottori,
volevo raccontarmi quello che mi sta succedendo per capire se ho qualche malattia infettiva.
Parto con dire che in ottebre 2014 ho avuto un rapporto con una signora nel seguente modo: rapporto orale passivo non protetto, rapporto penetrativo protetto e in fine masturbazione non coperta.
Ho effettuato le seguenti analisi:
in Gennaio in seguito ha dolori al collo ecografia dalla quale risultavano dei linfonodi reattivi il medico mi, disse che forse erano reattivi in seguito ad una faringite avuta poco tempo prima;
Ha febbraio 2014 ho fatto delle anali del sangue generiche ( transaminasi, ves, compreso emocromo, risultato tutto in regola e anche Toxoplasmosi e citomegalovirus risultati negativi tranne le IgG risultato 243 Iu/mL Valore rif. 0.0-15.00
A giugno avverto dolori al collo, al linguine e alle ascelle ecografia risultato linfadenopatia reattiva, il medico ecografo mi dice che molto probabilmente erano dovuti al citomegalovirus, invece il mio medico mi manda per un consulto da un infetto logo in ospedale il quale mi dice di fare un test hiv e monotest per mononucleosi
in luglio 2015 ho effettuato il test hiv, (esattamente a nove mesi e 15 gg dal episodio), un laboratorio privato della mia città Esito Negativo 0,30 fatto con metodo elettrochemiluminescenza al laboratorio mi hanno detto che il test è di ultima generazione, monotest mononucleosi negativo, emocromo in regola. Ritorno dal infettologo il quale mi dice che non ho nulla di infettivo, allora io gli dico che sento ancora i linfonodi, lui mi risponde che forse sei un soggetto linfoadenopatico in particolar modo poiche soppri di psoriasi cronica.
A fine agosto in preda all’ansia stavo sempre a toccarmi i linfonodi del collo, in una giornata mi si sono ingrossati in un modo spaventoso, allora ritorno a fare una ecografia mi conferma linfonodi ancora reattivi sul collo, mi prescrivono di nuovo ecografia e striscio ematico risultati in regola.
Ora la mia domanda è cosa posso fare ancora, poiche i linfonodi sul collo sono sempre lì anche se molto meno ingrossati e stesso nella giornata sento dolore sia al linguine e sotto le ascelle?

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Direi che ha fatto tutto il possibile per avere un quadro rasserenante della situazione.

Tornio a controllo con il suo specialista di fiducia per un aggiornamento definitivo e per la sua serenità

cari saluti

Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 395XXX

Grazie dottore per la tempestiva risposta.
però affrofitto per cosa lei dice che HIV è scongiurati oppure no?
Le dico inoltre che la mia compagna, con la quale ho rapporti nono protetti ha fatto il test anche lei negativo.
la ringrazio anticipatamente.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Si direi di non pensare proprio all'HIV!

saluti

Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 395XXX

Egregio dottore, in virtù quanto già detto, cosa potrei avere secondo lei?
Con tanta stima e cordialita

[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Grazie della stima ma faccio il medico ..non l'indovino;)
Serve una visita e probabilmente altri esami e chiarimenti clinici.
Credo di averle dato gli orientamenti possibili da qui.
Cordialità
Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it