Utente 386XXX
buonasera dottori, premessa che sono da qualche mese in cura per patofobia e depressione (la mia situazione personale non è delle migliori) ed ho bisogno costante di rassicurazioni per stare meglio.
tre mesi fa mi è successo di pungermi accidentalmente con l ago con cui stavo facendo una iniezione sotto cute di antibiotico al mio gatto che divincolandosi mi ha arrecato questa puntura che prontamente ho disinfettato…
da allora vivo con il costante terrore di aver contratto qualche malattia ematica come epatiti ma soprattutto HIV…
premessa che avevo fatto il test due mesi prima come controllo e risultato negativo e tutti esami come emocromo fegato nella norma.
due mesi fa (dopo l incidente accaduto) ho iniziato ad avere problemi di salute tachicardia nodo alla gola spossatezza tremori sudore eccessivo ed essendo affetta da tiroidite di hashimoto ho provveduto a controllare e risultavo essere ipertiroidea tutt'ora in fase di ulteriori accertamenti, ecografia ingrossata e pseudonodulare nodulare. gli ultimi esami invece indicano i valori rientrati nei limiti, nell emocromo l unico valore sballato sono gli eosinofili 0.0 (sempre stati così) e MPV 11.4 (rif 7.4-10.4)
so che la mia mente mi gioca brutti scherzi ma continuo ad avere paura di aver contratto qualche malattia infettiva dal mio gatto (che dai suoi esami è risultato negativo su FIV e felv)
è possibile quello che penso e quindi è opportuno rifarmi il test HIV o davvero sto impazzendo?
grazie per la risposta spero tempestiva perché davvero mi sembra di impazzire…
Apprezzo il vostro servizio tanti medici fanno il minimo sindacale riguardo la propria professione ma dare consulenza online gratuita è davvero lodevole.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
curi senz'altro l'ipertiroidismo che può essere causa anche di disturbi psichici.

Lei è una donna, non una gatta: pere tale motivo la barriera di specie le impedisce di contrarre FIV, FELV e tutte le malattie che colpiscono solo il gatto e non sono trasmissibili all'uomo.

Se davvero lei si reca a fare un test HIV le sono sincero: sta davvero impazzendo!

Perciò sia serena e se ha ancora il gatto si faccia calmare dalle sue fusa: altrimenti adotti un altro trovatello.
Io sono un gattofilo irriducibile da sempre e tra graffi, morsi, aghi sarei già all'altro mondo.

Non c'è migliore ansiolitico quando sono stanco e nervoso che chiamare Mimì e farmi coccolare dalle sue fusa.....

Cari saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 386XXX

Lei è un medico davvero sensibile grazie per la sua immediata risposta ora sono più serena e convinta di non aver potuto contrarre l hiv da mio gattone.
certo che è ancora qui è tutto per me in questo brutto periodo, non lo abbandonerei per nessun motivo al mondo e concordo con lei, in tanti sottovalutano l affetto che può dare un gatto, il mio vive in mia funzione.
grazie ancora!
buona giornata
Cordiali saluti