Utente 390XXX
Buonasera Dottore, volevo porle all’attenzione il mio emocromo.
WBC 12.20 RIF 1/11
NEUTRO % 63.6 RIF 40/74
LINFO % 23.9 RIF 20/48
MONO% 10.2 RIF 3/11
EOSI % 2.0 RIF 0/8
BASO %0.3 RIF 0/1.5
NEUTRO#7.75 RIF 2/8
LINFO#2.91 RIF 1/5
MONO# 1.25 RIF 0.16/1
EOS#0.25 RIF 0/0.8
BAS#0.04 RIF 0/0.2

RBC 5.93 RIF 4.4/5.5
HCB 17.5 RIF 13/18
HCT 51.1 RIF 37/52
MCV 86.2 RIF 80/99
MCH 29.5 RIF 26/31
MCHC 34.2 RIF 31/36
PLT 304 RIF 150/450

Il problema è QUESTO , da luglio quando ho avuto un episodio di febbre di un giorno e diarrea circa una settimana, dopo siccome sono donatore ho ho fatto circa 3 esami del sangue,di cui solo in uno era tutto ok, dopo questo episodio ho avuto raffreddore e mal di gola a seguito del quale mi si è gonfiato un linfonodo, ho fatto una ecografia e sono reattivi, poi ho avuto febbre con cistite e una ricaduta a seguito di cui ho fatto urino cultura con risultato escherichia coli e un tampone faringeo con staffilococco aureo, in più ho fatto test mononucleosi negativo, hiv negativo, citomegalovirus positivo.
Quello che non capisco è come mai in 6 volte che ho fatto l’emocromo in questo periodo l’unica cosa alterata sono sempre stati i monociti totali, ma sempre di poco, tranne una volta che le analisi appunto prima della della faringite e della cistite, erano ok?
Non credo sia qualcosa di grave altrimenti si sarebbero sballati anche gli altri esami….MA CHE COSA HO?

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Gentile signore,
se vogliamo essere obiettivi lei ha i globuli bianchi totali (WBC) fuori range sebbene di poco, con una formula leucocitaria che tutto sommato è equilibrata.
Lasci stare i decimali.
Ha anche i globuli rossi lievemente alti e l'emoglobina ai limiti massimi: dunque le chiedo lei è un fumatore? Ha fatto il prelievo di cui riporta i risultati in corso di infiammazioni?
Di più via web non è dato di poter dire: lei deve rivolgersi in primis al suo curante e ascoltare il suo parere; nel caso abbia bisogno di confeme le consiglio un esperto e competente Internista che potrà aiutarla in un eventuale percorso diagnostico.
Di più telematicamente non è dato di fare, del che mi spiace molto.
Saluti cordiali,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 390XXX

Buongiorno, grazie intanto per la risposta, la questione dei globuli rossi alti ed emoglobina è una cosa che ho sempre avuto (poliglobulia mi è stato detto).
No non sono un fumatore e non bevo, e si ho fatto gli esami con in atto, come da urinocoltura escherichia coli, e tampone faringeo con staffilococco aureo, inoltre circa 10 gg prima avevo avuto 2 volte la febbre nel giro di 15 gg,curate con antibiotico e tachipirina, il problema è che che da questa estate su 6 emocromo solo in una occasione i globuli bianchi erano inferiori, ma comunque c'era stata sempre qualcosa, prima febbre e diarrea, poi faringite e raffreddore, e poi due volte febbre, ciò che mi preoccupa è proprio questo continuo ripetersi di piccoli disturbi....

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Dunque le è stata posta, presumo da un ematologo, la diagnosi di policitemia primitiva e saranno state effettuate sicuramente le indagini necessarie, anche genetiche, ad hoc.
Per quanto attiene all'elevato numero di bianchi totali, cioè alla leucocitosi peraltro modesta, deve innanzitutto cercare di effettuare l'emocromo di follow up quando si trova in una situazione clinica di benessere.
Se anche in quel caso i bianchi tendano a superare gli 8/10.000 mmc, le consiglio di rivolgersi all'ematologo che la segue per fare il punto della situazione.
Saluti cordiali,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 390XXX

Si mi fu diagnosticata anni fa a seguito di visite ed esami specifici, motivo per cui devo fare le donazioni ogni 3 mesi, farò come dice lei, appena terminerò la cura di antibiotici che il mio curante mi ha dato per le infezioni alle vie urinarie e alla faringe, ripeterò l'emocromo, lo stesso mi ha tranquillizzato dicendomi che comunque, visto il forte periodo di stress che sto attraversando sono incline a prendere tutti questi acciacchi, grazie ancora e cordiali saluti

[#5] dopo  
Utente 390XXX

Buonasera Dottori, sono qui per aggiornarvi sui miei ultimi esami.
Infatti dopo aver curato le infezioni batteriche, ho ripetuto gli esami delle urine e sono negative.
Finalmente sono andato a fare la donazione del sangue e dall'emocromo sono emersi i seguenti valori:

WBC 10.09 RIF 1/11
NEUTRO % 54 RIF 40/74
LINFO % 34 RIF 20/48
MONO% 9 RIF 3/11
EOSI % 2.4 RIF 0/8
BASO %0.3 RIF 0/1.5
NEUTRO#5.51 RIF 2/8
LINFO#3.91 RIF 1/5
MONO# 0.91 RIF 0.16/1
EOS#0.25 RIF 0/0.8
BAS#0.04 RIF 0/0.2

RBC 6.23 RIF 4.4/5.5
HCB 18.1 RIF 13/18
HCT 51.8 RIF 37/52
MCV 84.2 RIF 80/99
MCH 29.5 RIF 26/31
MCHC 34.2 RIF 31/36
PLT 257 RIF 150/450

Ciò che mi è sembrato strano è che la Dottoressa mi ha detto che mi avrebbe tolto il sangue ma nn avrebbe potuto darlo se non dopo aver fatto le analisi per la ricerca della mutazione JAK 2, PER SCONGIURARE A DETTA SUA UNA POLICITEMIA VERA.
Io le ho riferito che 20 anni fa, all'età di 13 anni fui ricoverato in day hospital 3 gg proprio per la presenza di questi valori sempre un po alti e a seguito di questi 3 gg di visite mi dissero che era dovuto ad un fattore mio genetico e che avrei per questo motivo dovuto fare le donazioni del sangue.
Ciò che mi preoccupa è questo,siccome ho letto su internet che questa ricerca del gene JAK 2 è stata fatta per la prima volta a partire dal 2005, non è che quando feci gli accertamenti 20 anni fa non si accorsero di questa policitemia vera?
oppure non è che col tempo questo mio fattore si si trasformato in questa malattia?
grazie in anticipo per le vostre gentili risposte, in attesa porgo cordiali saluti

[#6] dopo  
Utente 390XXX

Buongiorno, anche se non ho avuto risposta, capisco giustamente i vostri impegni, volevo solo comunicarvi che l'esame JAK 2 è risultato negativo e che quindi è stata riconfermata la mia patologia familiare, cordiali saluti

[#7] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
non ho potuto risponderLe per ragioni assolutamente indipendenti dalla mia volontà.
Apprendo che i monociti sono tornati normali.
In quanto alla sua Policitemia, la negatività della ricerca del JAK2 , utile per la sua assenza di invasività, spesso fornisce falsi negativi, nella pratica clinica: ciò accade sia nelle patologie clonali della linea eritroblastica (come la Policitemia vera)che in quelle della linea megacariocitica(Trombocitemia "essenziale"). Ciò è stato confermato da studi statistici recenti condotti a Basel, in Svizzera.
La diagnosi di tali patologie clonali è posta alfine, con certezza, soltanto con l'esame immunoistochimico del prelievo osteomidollare, che verosimilmente le è stato praticato 20 anni fa, quando non era disponibile la determinazione su sangue del Jak2 o di altre mutazioni genetiche puntiformi.
In conclusione se le hanno rilasciato illo tempore la diagnosi di Policitemia Vera, Ella è affetto da Policitemia vera.
La premura della Collega nasce dalla disposizione normativa per cui i soggetti affetti da malattie clonali delle linee eritroblastica e megacariocitica NON POSSONO donare; la negatività del JAK2 è stata dunque eseguita per permetterle la emodonazione, che nel suo caso è anche terapeutica.
Spero di aver potuto rimediare al ritardo nella risposta, ribadisco indipendente dalla mia volontà.
La saluto con viva cordialità e le auguro serene Festività Natalizie prossime.
Caldarola M.D.

Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#8] dopo  
Utente 390XXX

Buongiorno, la ringrazio per la sua cortese risposta, infatti avevo capito che per questioni di impegni non aveva potuto rispondermi e per questo la ringrazio ancora per la disponibilità.
In sostanza mi è stata riconfermata la diagnosi di policitemia congenita familiare, anche mio fratello e mia madre hanno lo stesso problema e mi è stato consigliato" obbligato" di effettuare donazioni ogni tre mesi e di assumere l'aspirinetta, che nn so se iniziare già a 33 anni mi potrebbe poi causare problemi.
Grazie ancora, un cordiali saluto e buon Natale

[#9] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
l'emodonazione sostituisce il salasso che una volta veniva utilizzato per trattare la Sua patologia.
Quindi è necessario che Lei vi si sottoponga.
Stanti i valori che riporta, di Hb e di HCT, che possono essere anche fluttuanti - il che non esclude assolutamente la policitemia ma squalifica professionalmente chi lo afferma, non vi è necessità per il momento di ricorrere a terapie aggiuntive farmacologiche.
E' chiaro che Ella deve controllare mensilmente il suo emocromo per valutare la stabilità dei valori.
La Cardioaspirin può essere assunta alla sua età con assoluta tranquillità: a pranzo o a cena e a stomaco pieno.
E' una misura profilattica molto utile per "fluidificare" il sangue.
Non tema effetti collaterali di sorta.
E la sospenda, per motivi etici, 5 giorni prima della emodonazione, salvo riprenderla.
Chiaramente elimini tutti i fattori di rischio: fumo di sigaretta, alimentazione ricca di grassi saturi, e se è in sovrappeso intraprenda una dieta con l'aiuto di un MEDICO nutrizionista.
Non deve fare null'altro, se non vivere tranquillamente, stante che la sua aspettativa di vita non è differente in termini statistici da una persona senza la sua patologia.
Approfitto per augurarLe Buon Natale, anche ai Suoi cari.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#10] dopo  
Utente 390XXX

Seguirò i suoi consigli, grazie ancora e Buone feste anche a lei