Utente 415XXX
Salve, ho avuto un rapporto con una prostituta circa 22/23 giorni fa.
So che mi direte comunque di fare il test.
Ho un solo dubbio e adesso vi spiego la cosa:
Mi ha praticato dall'inizio un rapporto orale ed era protetto dal profilattico da lei inserito, dopo è iniziato il rapporto sessuale dove lei era sopra di me e il profilattico era a posto, poi abbiamo concluso con la posizione da tergo.
Sono sicuro che una volta terminato il rapporto sia lei che io abbiamo tenuto l'anello del profilattico per far si che non si togliesse, ora però sono giorni che mi torna un dubbio nella testa.
Se quando sono arrivato a toglierlo si fosse rotto e non me ne sono accorto?
Io ricordo di averlo tolto e di non aver notato niente di strano, anche se sinceramente non ho fatto la prova dell'acqua o di soffiarci dentro, forse per imbarazzo perchè volevo andare via.
Però ricordo di averlo sfilato e mi chiedo, è possibile secondo voi aver tenuto in 2 la base dell'anello, e io me lo sono tolto e non mi sono accorto se era rotto?
Qualora fosse stato rotto dovevo vederlo in qualche modo?
In erezione c'è qualcosa che ti fa capire che il profilattico è rotto?
Ultima domanda, eventualmente fosse stato rotto quante possibilità ci sono che io abbia contratto l'hiv se lei fosse sieropositiva?
Ho chiamato lei e mi ha detto che ho bisogno di uno psicologo perchè se si fosse rotto se ne sarebbe accorta e in più lei sta bene di salute.
Ma io ho il terrore di non essermene accorto e di averlo contratto.
Ho fatto il test per l'epatite e gli esami del sangue ed è tutto a posto, so che devo aspettare ancora per fare l'hiv ma questo senso di averlo contratto non mi fa più vivere.
Potete aiutarmi?
Grazie

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signore, se si fosse rotto il preservativo avrebbe visto il serbatoio vuoto. comunque sia la rottura del preservativo favorisce l'infezione nella donna e non nell'uomo. infatti il pene rimane sempre protetto comunque. quindi stia tranquillo che non può aver contratto alcuna malattia nell'ipotesi di una minima rottura del preservativo. cordialmente
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena