Utente 388XXX
Salve,

Mio padre è affetto da epatite C (KPA 12,5) ed è in cura con la Sovaldi.

Da due giorni ha un gonfiore al labbro superiore, abbastanza pronunciato. Il medico curante dice che dipende da un ascesso dentale (proprio all'altezza del gonfiore) che mio padre, molto inavvertitamente, ha pressato con l'unghia. Quindi sarebbe infezione. Per questo motivo sta assumendo Augmentin, l'unico antibiotico che l'epatologo gli consente di prendere dal momento che è in cura con la Sovaldi.

Mi chiedo: può darsi che il gonfiore delle labbra sia dovuto a una qualche reazione alla Sovaldi? Specifico che mio padre assume la Sovaldi da circa un mese e mezzo e non ha avuto nessun disturbo.

Specifico anche che una settimana fa ha fatto le analisi del sangue. L'unico valore sospetto è la creatininemia, che è a 1,42. Tale valore era alto un anno fa, è sceso fino a livello normale e poi - con quest'ultimo esame - è risalito.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Intanto faccia bere di più suo padre: almeno 1,5 lt di acqua nella giornata per aiutare l'emuntorio renale.
Se il medico ha diagnosticato un ascesso dentale e il gonfiore non è aumentato il Sofosbuvir non c'entra nulla.
Porti al più presto suo padre da un Odontoiatra per la valutazione e la verifica di questo ascesso.
Dia notizie, se vuole.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.