Utente 424XXX
buongiorno,
vi scrivo perchè ho dubbi riguardo un paio di eventi accaduti durante l'estate.
il 14 agosto, in preparazione alla serata del ferragosto in spiaggia, alcuni amici hanno trovato vicino le tende appena montate una siringa sporca di sangue abbandonata sulla spiaggia. non era vecchia, l'abbiamo raccolta con un fazzoletto e buttata nella spazzatura. durante la nottata, un pò inconsciamente, ho camminato scalza, pungendomi ripetutamente (vi erano molte spine e legnetti di piante circostanti) e al buio in effetti non ho visto se si trattava di altre siringhe o meno. Sarà che la visione della siringa mi ha impressionata e successivamente mi ha fatto capire quanto sia stata incosciente, ma se fossi stata veramente così tanto sfortunata da esser stata punta da una siringa, quale sarebbe il rischio di contagio hcv? Ho letto che il virus resiste per molti giorni, a differenza di quello dell'hiv, al di fuori del nostro organismo...però non credo mi sia uscito sangue, il giorno dopo i piedi non presentavano taglietti o crosticine di sangue. Da quell'episodio è passato un mese, mi consiglia di fare le analisi del sangue o mi sto preoccupando troppo? eventualmente il risultato certo lo avrò sei mesi o già dopo 3/4 posso considerare la certezza dell'esito?
Grazie

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Dalla preoccupazione con cui espone l'accaduto, le consiglio di effettuare i test per HIV - HBV( se non è stata vaccinata) e HCV.
Non ci è dato di sapere che cosa l'abbia ripetutamente punta nella notte a piedi nudi e, ancorchè il rischio sia bassissimo, prima o poi si ricorderà dell'accaduto e prenderà in considerazione anche l'HIV e l'HBV.

Per l'HBV, mi ripeto: se non è vaccinata, è sufficiente la ricerca dell'HBSAg e degli anticorpi Anti HBsAg a 30 e 60 gg.
Se vaccinata dosi dolo gli anticorpi anti HBsAg

Per HCV test immunoenzimatico di screening (IgM+IgG) a 30 e 60gg.

Per HIV a 30 gg HIV test I-II di IV generazione p24 (attendibilità >95%)
a 90 giorni ripetizione dello stesso test il cui risultato va considerato definitivo. (ISS - WHO - CDC Atlanta).
Ovviamente ne parli con il suo Curante.
Mi aggiorni se vuole.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 424XXX

La mia preoccupazione vale più per il fatto che sono una donatrice di sangue e dovrei donare nuovamente quest'inverno. Posso fare tutte le analisi dopo 90giorni (o comunque prima di donare, quindi per sicurezza farei passare sei mesi) o è necessario ripetere più volte come da lei descritto?

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
La cosa migliore è segnalare l'accaduto quando andrà a donare.
Se riterranno che lei non sia idonea le diranno di aspettare il tempo necessario.
Diversamente con i test che individuano gli acidi nucleici virali (NAT test) potrebbe darsi che la ritengano idonea e quindi l'ammettano alla donazione.
In ogni caso la sua coscienza sarà tranquilla.
Faccia poi sapere, se vuole.
E complimenti per il suo senso di responsabilità e di tutela della salute degli altri. Fossero tutti come Lei!

Dr. Caldarola
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 424XXX

Grazie mille per tutto, le farò sapere e spero siano solo preoccupazioni infondate. A presto!

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Lo penso anche io che siano infondate.
Ma meglio "sicuramente" infondate che "dubbiosamente infondate"

A presto,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.