Utente 416XXX
Salve dottori! da qualche anno ho come una fissazione nel misurarmi la febbre! questa ossessione nasce dal fatto che riscontro sempre una temperatura pari a 37, 37,2 a volte anche più alta o a volte anche più bassa come 36,8 quando misuro con il termometro diciamo "classico" per via ascellare! La mattina appena svegliato la temperatura è bassa su 36, 35, 8 poi durante il pomeriggio e alla sera mi sale alle temperature precedentemente citate! Mentre con il termometro elettrico ho una temperatura durante il giorno che varia da i 36 a i 36,8, rare volte a 37, quindi Con il termometro normale avrei sempre una " febbricola" mentre con il termometro normale no! Non so a che termometro dare retta! E ho paura perché sapevo che la febbricola è segno di qualche infezione... quindi mi sono posto queste domande: a quale termometro dare retta? Quale è l' ora ottimale per misurarsi la febbre? E sopratutto a quale temperatura può considerarsi febbre? Aspetto con ansia una vostra risposta per poter finalmente un riscontro a queste mie domande!

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Io resto del parere che un termometro "normale" a colonnina di gallio e di buona marca sia molto più affidabile delle cinesate elettroniche che lasciano il tempo che trovano.
Il termometro va tenuto sotto l'ascella per 5 min e poi va letta la temperatura.
La temperatura corporea è minima al mattino, tende ad aumentare nel corso della giornata, e infine crolla la sera tardi.
Si chiama ritmo circadiano.
La febbre va misurata se ci sono sintomi: diversamente come ha detto lei, diventa una ossessione.
Quindi se si sente bene butti via il termometro e non ci pensi più.
Oppure parli con il curante per una banale routine, comprendente un emocromo e gli indici di infiammazione, per sua tranquillità.

Buona giornata,
Dr. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 416XXX

La ringrazio dottore! Gli indici di infiammazione sarebbero la VES e la proteina C reattiva?
Comunque quando può considerarsi febbre?
Il termometro elettronico che utilizzo e della omron che ha vista del farmacista è un ottima marca! Però io sono totalmente ignorante in materia!

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
A 37,5 °C si può ragionevolmente parlare di febbre.
La Omron è una ottima marca Giapponese: resta che se lei non ha sintomi e sta sempre con il termometro sotto il braccio da questa ossessione non uscirà mai.
Quindi Omron elettronico o Kramer a colonnina, non usi nè l'uno nè l'altro.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 416XXX

Ha ragione dottore! Purtroppo da anni soffro di ansia e non so per quale motivo! Ho anche intrapreso un percorso psicoterapeutico senza risultati e anche abbastanza costosto purtroppo! Sto combattendo da solo questo mostro anche se piano piano lo sto sconfiggendo! Stasera devo fare qualcosa di nuovo e già ho vomitato! Penso sia sempre correlato al agitazione?

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Potrebbe se non ha beccato la forma virale che gira.
Lei al momento ha bisogno di essere trattato con farmaci: perciò si rivolga ad uno Psichiatra serio, competente e motivato che con una terapia potrebbe sbloccarla in tempi brevi.
Il percorso psicoterapeutico, nelle sue condizioni, andava intrapreso dopo.

Le auguro di uscire quanto prima da questo empasse.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
Utente 416XXX

La ringrazio dottore! Seguirò il suo consiglio! Secondo lei l agitazione e l ansia possono dar vita a questa a temperatura?

[#7] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Certo.
Una sindrome ansiosa grave speso si accompagna con contrazione muscolare diffusa e aumeto del metabolismo e della temperatura.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#8] dopo  
Utente 416XXX

La ringrazio dottore! è stato molto gentile ha rispondere alle mie domande! L' aggiornerò su i risultati dell'analisi! Cordiali saluti

[#9] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
A presto!

Buona serata.
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.