Utente cancellato
Gentili medici, vorrei sapere se in presenza delle alterazioni immunoglobuliniche che riferisco qui, le ricerche sierologiche possono risultare in teoria falsamente negative qualora fosse presente realmente una infezione HIV, HBV, HCV anche in stato di portatore sano.

Immunoglobuline IgG1 3,30g/l (4,90 - 11,40)
Metodo: Immunonefelometria

Immunoglobuline IgG2 1,34g/l (1,50 - 6,40)
Metodo: Immunonefelometria

Immunoglobuline IgG3 0,11 g/l (0.20 - 1.10)
Metodo: Immunonefelometria

Immunoglobuline IgG4 0,31 g/l (0,08 - 1,40)
Metodo: Immunonefelometria

Immunoglobuline A e M nella norma, minima componente monoclonale stabile da anni nell' elettroforesi e confermata con immunofissazione (tipo M).


Eseguita ricerca Ab HIV, HCV e HBc totali tramite chemiluminescenza ed il test RPR per la LUE.


Possibile un FALSO NEGATIVO?

Grazie!!

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
è molto improbabile che il suo deficit di sottoclassi di IgG, evidentemente congenito, condizioni realmente una falsa negatività dei test immunoenzimatici a cui si è sottoposto.
Tuttavia nel suo caso è giustificato l'uso di test che ricerchino l'acido nucleico (NAT TEST- Nucleic Acid Test) che ovviamente non risente del suo disordine immunitario.

Cordialità,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
417524

dal 2017
La ringrazio della immediata e completa risp.

Un ultimo chiarimento:
quindi ormai a più di un anno da un evento definito ad alto rischio di queste malattie, considerando la presenza di queste alterazioni delle IgG, si può stare tranquilli, oppure in definitiva sarebbe davvero meglio una ricerca più approfondita come ha detto Lei?

Cordialmente!

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Io personalmente al posto suo sarei tranquillo.
Ma per correttezza le ho dovuto scrivere quello che ha letto.
Tenendo conto che purtoppo la Medicina non è una scienza esatta, e non sempre, anzi rarissimamente, 2+2 fa 4....
A lei il compito di trarre le conclusioni.

Buona domenica,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.