Utente 430XXX
Buongiorno Dottori,
circa un mese fa, ho avuto un rapporto protetto con una prostituta.
Il rapporto è stato completo ma nell'ultima posizione, durata circa 5/8 secondi, il preservativo si è rotto.
Ho effettuato pulizie dovute e non mi sono accorto di avere ferite o sangue.
Considerando che penso di essere pure venuto, c'è stato uno scambio di liquidi se pur per poco, ma c'è stato.
Ho chiesto alla signorina, e mi ha detto che comunque lei effettua esami del sangue HIV ogni anno e si preoccupava più per essere rimasta incinta che per un eventuale contagio. Io essendo ipocoindriaco, vado più per la seconda

A distanta di 22 giorni, a parte raffreddore e tosse, mi si è gonfiato il linfonodo sotto l'ascella sinistra. una leggera senzazione di prurito durata 2 giorni al massimo, e un pò di dolori alle ossa sparsi qui e li.
Ulteriore problema, pallini tipo focuncoli bianci all'interno della cavità orale più precisamente all'interno della guancia o gengiva. Adesso ne ho uno da diversi giorni all'interno del labbro.
Ho notato, non so se per via della depilazione, dei puntuni tipo furuncoli sui testicoli.
Parlando con il mio medico, mi ha prescritto inizialmente delle analisi del sangue che sono usciti con questi valori sballati:
NEUTROFILI 38.8 (43-65)
LINFOCITI 45.3 (20-45)
EOSINOFILI 4.4 (0.9-1.5)

Farò l'esame hiv lunedi che segna i 30 gg. Volevo chiedervi se già mi possa preoccupare di aver contratto l'hiv o meno. Grazie dottori e bfeste

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Lei ha posto pressocchè il medesimo quesito il 05 u.s.
https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/545406-linfonodi_e_hiv.html
Le sono state date risposte ai suoi interrogativi.
Oggi lo ripropone arricchito di sintomi che non sono verificabili telematicamente: i "foruncoli bianchi" all'interno della cavità orale, i "pallini tipo foruncoli sui testicoli": sono lesioni che deve sottoporre a un dermatologo dato che via web non è possibile nè sarebbe corretto fare alcuna ipotesi diagnostica.
La formula leucocitaria che riporta, estrapolata dall'emocromo completo e da un contesto clinico non ha nessuna valenza diagnostica.
Pertanto, dato che gli exit poll e i pronostici in Infettivologia servono a nulla, faccia serenamente l'HIV test che le dirà se dopo 30 gg si è sieroconvertito o no e lo ripeta a 90 gg per il risultato definitivo.
Le ricordo che a 30 gg un test HIV di IV generazione ha una forbice di attendibilità che si attesta tra il 95% e il 97%.
Buone Feste anche a Lei,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.