Utente 113XXX
Gentilissimi dottori sono qui per chiedere di consigli. In seguito a delle ulcere apparse sul prepuzio, il mio medico curante a metà gennaio, tra l'altro, mi ha proposto di fare degli accertamenti tra cui il test HIv a cui sono risultato negativo e il test della sifilide. Il 28 gennaio, mi è stata diagnosticata però la sifilide. Il 3 febbraio ho iniziato la terapia antibiotica ed ho fatto due punture a settimana in una unica somministrazione di penicellina. la stessa terapia l'ho ripetuta per tre settimane consegutive. A tutt'oggi ( 5 marzo) il sifiloma non è completamente scomparso: non ho più quel gonfiore a lato del glande e neanche quelle vescichette dopo il primo trattamento, tuttavia la cute del prepuzio precedentemente interessata dal sifiloma non è ancora tornata "normale".
Sembra ancora gonfia!
Questo può voler dire che non sono ancora guarito? ...Oppure per la guarigione completa del prepuzio dovevo aspettare ancora? In atteso di una vostra risposta vi saluto e ringrazio anticipatamente!
mario

[#1] dopo  
Prof. Matteo Bassetti

24% attività
0% attualità
8% socialità
UDINE (UD)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2001
Gentile utente,
la cura che Lei ha eseguito per la sifilide è adeguata (penicillina G benzatina 2,4 milioni di unità una volta alla settimana per 3 settimane). Le lesioni impiegano tempo a scomaparire completamente.
Si faccia prescrivere dal Suo medico degli esami di controllo, tra cui la VDRL.
In ogni caso si riferisca al Suo medioc curante.
Saluti
Matteo Bassetti
Matteo Bassetti