Utente 442XXX
Buongiorno
ho chiesto al mio medico di base se la monucleosi può tornare e mi ha detto di no. Ma può modificare qualcosa nel mio sistema immunitario? Perchè io l' ho avuta lo scorso anno e quest'anno ho di nuovo quel forte e strano mal di gola. Ci tengo a precisare che non avendo le tonsille da quando ho dieci anni, non ho mai avuto prima d'ora più mal di gola e mi sembra strano che dallo scorso anno sia già il secondo inverno passato con mal di gola (deglutizione dolorosa e tanto catarro giallo, continua necessità di schiarire la voce con conseguente raucedine).
Grazie

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Utente,
è noto che la tonsillectomia espone al rischio di infiammazioni faringee più frequenti.
Non è che la natura ci abbia dotato di tonsille palatine per fare lavorare gli ORL: sono una parte importante dell'anello linfatico di Waldeyer e la loro rimozione, a volte necessaria altre volte superflua, rende il faringe più vunerabile a infezioni virali e batteriche.
Dubito fortemente che lei abbia una riattivazione della passata mononucleosi: certamente avrà una forma virale in atto o viro - batterica di cui le ho spiegato il motivo.
Si tranquillizzi.
Buona guarigione.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 442XXX

Gentile Dottore
Si intanto grazie per la risposta. Il problema è che ho questo fortissimo mal di gola (deglutizione della saliva molto dolorosa al lato destro) da circa 15 gg. Non ho bruciore, ne febbre ne altri sintomi. Mangio tranquillamente ma ho un dolore incessante, continuo costante. Il medico di base mi ha fatto prendere inizialmente tachifludec pensando a un raffreddore, poi 5 gg di flomax pensando a una faringite. Il tutto ovviamente accompagnato da pastiglie e spray ma niente non passa. Non avendo la febbre non mi ha fatto prendere L antibiotico. Mi creda sono 15 giorni che ho questo dolore forte e non accenna minimamente a diminuire. Ce L ho quando ingoio la saliva e quando bevo. ho pensato di tutto anche addirittura che potesse in qualche modo influire i noduli che ho alla tiroide. Nel frattempo stamattina sono andata a fare un tampone faringeo e ho preso appuntamento con un otorino per il 28. Non so se dovrei insistere con un antibiotico o fare altro. Non ho muco ne altro. Il dolore è forte soprattutto mattina e sera

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Utente,
lei mi segnala una faringodinia localizzata che io non posso valutare telematicamente.
E' vero che nelle infezioni virali l'antibiotico è inutile ma è anche vero che non tutte le faringiti debbano essere virali: possono essere batteriche o miste e l'antibiotico in questo caso è indicato.
Comunque dato che ha fatto il tampone, aspettiamo gli esiti.
Per quanto riguarda la terapia, le ricordo che il Paracetamolo ha soltanto una azione antipiretica e analgesica e una attività antiinfiammatoria nulla: quindi lasci stare il Tachifludec e senta il curante per ottenere la prescrizione di un antiinfiammatorio: l'Ibuprofene alla dose anche di 600 mg x2 volte al giorno è molto maneggevole e poco gastrolesivo.
Ne parli con il curante e poi ci riaggioneremo.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 442XXX

Gentile Dottore
Non so veramente come ringraziarla. Si ieri in preda a una crisi fortissima sono andata dalla guardia medica che mi ha riscontrato una faringite acuta. Mi ha detto che la cura con flomax è stata inutile perché è un antinfiammatorio che ormai non si usa più da anni e che avrei dovuto prendere L antibiotico molto prima anche senza febbre. Mi ha prescritto nurofen due volte al giorno e antibiotico oraxim per 6 gg. Martedì ritiro le risposte del tampone, il 28 dall otorino e penso che a breve cambierò anche il medico di base perché non è possibile ridirai a dei dolori così forti e dover andare anche dalla guardia medica per un banale mal di gola sottovalutato

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Bene,
Buona guarigione,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
Utente 442XXX

Buongiorno
mi scusi se torno a disturbarla di nuovo. Sono andata dall' otorino che mi ha visitata e mi ha detto che il forte mal di gola che ho avuto è legato ad un' iperplasia delle tonsille linguali, che hanno lavorato più del dovuto in assenza delle tonsille palatine.. Ho ritirato il tampone faringeo (con esame colturale) ed è negativo.
La questione è questa: oggi è il sesto e ultimo giorno di antibiotico (oraxim), e al'altro ieri era stato l'ultimo giorno di ibuprofene (400 preso due volte al giorno per 4 gg). Ieri non ho preso ibuprofene e da ieri sera ho ricominciato ad avere una deglutizione di saliva e liquidi dolorosa. Per paura di tornare ad avere quel forte ed insopportabile dolore dei giorni scorsi stamattina ho preso di nuovo ibuprofene (2 moment) e sto decisamente meglio. Sono molto confusa: dovrei tornare dall'otorino lunedi per portargli i risultati del tampone, nel frattempo non so se continuare a prendere il moment, se ricontattare il medico di base, se aspettare che passi, se provare ad anticipare la visita dall' otorino.
lei cosa mi consiglia?
La ringrazio infinitamente

[#7] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
solo le tonsille linguali hanno lavorato?
Secondo me come tutti i tonsillectomizzati lei ha una iperplasia di tutto l'anello di Waldeyer che le è rimasto.
Anticipi la visita dall'ORL .
Buona giornata,
Dott. caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.