Utente 350XXX
Buonasera a tutti. Sono una studentessa di infermieristica e avrei una domanda da fare per quanto riguarda il contagio del morbillo.

Ieri, mentre effettuavo il mio tirocinio al triage, si è presentato un signore con febbre ed esantema.
Io ero nella mia postazione al pc, e non ho avuto in carico il paziente quindi non ho scambiato con lui alcuna parola o alcun contatto anche se eravamo nella stessa stanza in sostanza. Per la precisione, dal tavolo del triage lui era dal lato mio opposto alla fine del bancone, giusto il tempo della registrazione del collega.
Ascoltando i sintomi, ed essendo scoperta dal secondo richiamo del morbillo, ho preferito alzarmi e spostarmi in un'altra stanza, e sono rimasta fuori area triage.

Ho fatto il vaccino morbillo monovalente nel 1991, ora ne ho 26 e sono scoperta dal secondo richiamo: non ho avuto modo di verificare se il signore avesse o meno veramente il morbillo ma se fosse, quanto rischio ho di essere stata contagiata?

Ps: il richiamo mi fu sconsigliato dal medico competente all'inizio della mia esperienza di studio, io mi sono fidata della sua parola ma ora, con questa epidemia i dubbi sorgono spontanei..
Grazie per l'attenzione!

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve.
Ha due vie da percorrere
-verificare il titolo degli anticorpi anti morbillo con un prelievo.
-Fare direttamente un richiamo che per effetto booster le farà innalzare gli anticopri in pochi gg.
Come lei sa il Morbillo e la Varicella sono in assoluto tra le malattie più infettive: è teoricamente sufficiente il soggiorno nella stessa stanza per contagiarsi se vi sia suscettibilità alla malattia.
Cari saluti.
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 350XXX

Feci il titolo degli anticorpi circa tre anni fa e risultavo scoperta, ossia negativo.
Se facessi il richiamo questa settimana presumo che in caso ci fosse stato il contatto non mi scongiura da una possibile malattia, giusto?

Grazie ancora

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Molto verosimile.
Avrebbe dovuto provvedere al richiamo per tempo.
Se non avrà il morbillo provveda a rivaccinarsi e a rivalutare il titolo anticorpale dopo 21 gg/ 1 mese.
La somministrazione di Immunoglobuline umane normali è capace di prevenire il morbillo nei soggetti suscettibili: ne parli serenamente con l'infettivologo del suo ospedale anche perchè quelle per somministrazione IM non sono più in commercio ed esistono solo quelle per somministrazione EV per uso ospedaliero. L'uso è ovviamente off label.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 350XXX

Lunedì proverò a parlarne con il medico.
Mi turba parecchio questa cosa perché io ero e sono tutt'ora favorevole al vaccino, non capisco come sia possibile che sia il medico competente che il mio medico di base mi abbiano sconsigliato il richiamo quando sapevano a cosa potevo andare incontro.
Sentirò un altro parere all'interno della struttura.
Grazie ancora per la disponibilità e il consiglio.

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Se riesce parli con l'infettivologo domani: oltre le 72 ore la somministrazione di IgG aspecifiche non è più utile.
Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.