Utente 446XXX

Gentili Dottori,
sono un ragazzo tornato single da circa un anno, dopo una lunga storia con una ragazza.

In questi ultimi mesi mi capita di avere rapporti sessuali occasionali con ragazze che non conosco in modo approfondito e delle quali ovviamente non conosco lo stato di salute.

Nonostante abbia sempre in mente di usare il preservativo durante la penetrazione, ho molto timore di contrarre malattie, come ad esempio l'Hiv. Tanto che, nella maggior parte dei casi, sono io a rifiutare il rapporto sessuale con penetrazione per via di questa mia paura. Con conseguenze ovviamente negative per il rapporto stesso con la partner.

Volevo sapere se il preservativo è sufficiente per evitare il contagio e se posso essere tranquillo e rilassato durante il rapporto sessuale.

Questo timore mi sta creando non poche problematiche a livello psicologico.

Grazie per le eventuali risposte.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Utente,
il preservativo indossato bene e di misura adatta al suo membro, usato appena si sia instaurata una valida erezione e quindi sin dai preliminari, è una eccellente protezione per le più comuni e impegnative MST, HIV in primis.
Ad onor del vero va detto che esso protegge non totalmente contro la Sifilide, ma questa nella malaugurata ipotesi di infezione, è sempre curabile, contro l'infezione da HPV, da Poxvirus e dall'ulcera molle.
Per l'HPV sono disponibili vaccini preventivi (compreso il recente Gardasil 9) che inducono immunità contro ben 9 ceppi oncogeni: può verificare con un tampone balanico se sia già infetto da HPV e da quale ceppo e se è virologicamente vergine prendere in considerazione l'inoculo del vaccino.
Per le infezioni da Poxvirus (mollusco contagioso) e per l'ulcera molle: sono infezioni curabilissime e non temibili.
Quindi credo che, scritto quello che sta leggendo per dovere di completezza, lei possa attuare serenamente, in modo protetto, la fase penetrativa del rapporto.
Ovviamente la soluzione migliore resta sempre la monogamia.
Ma in sua assenza non è necessario rinunciare alla propria vita sessuale.
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 446XXX

La ringrazio dottor Caldarola per la sua risposta cosi dettagliata. Le invio cordiali saluti.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di nulla!
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.