Utente 447XXX
La notte tra sabato 29 e domenica 30 ho avuto un rapporto anale non protetto ricettivo e ho ricevuto un'eiaculazione in bocca da un ragazzo militare che non conosco. Vorrei sapere cosa posso fare adesso che sono passati 3 giorni e sapere se secondo la vostra esperienza il rischio di aver contratto l'hiv è alto o basso. In particolare ha senso chiedere un consulto per un'eventuale profilassi post esposizione? ci sono altre cose che posso fare?

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
lo sa anche lei che ha avuto un rapporto ad altissimo rischio.
Sia quello ano genitale che quello oro - genitale.
Non posso che darle conferma.
Sarebbe stato proprio il caso di considerare la PPE prima che passassero le 72 ore.
Lei si è esposto a tutte le MST virali, batteriche, Treponemiche, da orgamismi intracellulari genito urinari.
Perciò le consiglio senza indugio di rivolgersi ad un centro MST della sua città , notoriamente efficiente, dove potrà raccontare l'accaduto ai colleghi ed essere preso in carico per gli esami che dovrà fare e per un supporto psicologico.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.