Utente 400XXX
Buongiorno, volevo sottoporvi la mia situazione. Ho avuto un rapporto orale con uno sconosciuto il 3 agosto scorso, all'apparenza un ragazzo giovane e sano, ma pur sempre uno sconosciuto. Ho fatto le analisi per le mst e sono risultate negative, ma ho un dubbio sul test hiv. Seguo una terapia di immunosoppressione a causa di trapianto d'organo (assumo sandimmun neoral). Il primo test hiv di quarta generazione l'ho il fatto il ventunesimo giorno dopo il fatto, risultato negativo. Il secondo all'ottantaduesimo giorno, sempre di quarta generazione, negativo. Posso stare tranquilla o nel mio caso, essendo immunosoppressa, il periodo finestra aumenta sforando i tre mesi? Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
stia pure tranquilla.
Lei è propriamente "immunomodulata" non immunodepressa.
Pertanto il test eseguito all'82esimo giorno le assicura la definitiva HIV sieronegatività.
Cordialità.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 400XXX

Grazie infinite Dottor Caldarola!

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di nulla!
Buona serata.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 400XXX

Dottore, l'ultimo test è stato fatto con la metodologia Elfa. È ugualmente attendibile al test Elisa?

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
La tecnologia ELFA è più affidabile della vecchia ma sempre valida ELISA.
Cordialità.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
Utente 400XXX

Grazie di nuovo dottore, lei è sempre preciso e puntuale!