Utente 431XXX
Buongiorno
Vi scrivo per un forye dubbio rispetto a cura e diagnosi ipotetica abbozzata da un Prof di Trieste.
Circa un abbo e mezzo fa iniziai con mancamenti e capogiri... Seguiti dopo qualche giorno da una sensazione di muscoli infiammati nella zona schiena. Ovviamente si aggiumse ansia visto che nessuno sapeva dirmi cosa succedeva. Avevo senpre 37.3 di temperatura corporea .
Visti i problemi gastrointestinali che erano emersi da anni e causati da bulimia nervosa avuta per 8 anni, ho tolto a fenbraio glutine con un lieve miglioramento dui tutti i sintomi. Poi ho tolto pure il lattosio e la febbre con i sintomi muscolari sonp quasi scomparsi.
A ottobre sono stata a Trieste si consiglio di un'amica che mi ha informata riguardo la malattia di lyme. A Trieste il prof aveva escluso la Lyme cronica ma ipotizzato una malattia autoimmune. Mi ha sottoposto ad milti esami, tutti negativi conpresa pcr vorrelia ma sono risultati molto bassi i cd3)cd57+ (18 con ranger 60-400) così il prof mi ha prescritto una cura di 28gg di amoxicillina 1g 2 volte aldî poiché nonostante quella conta linfocitaria non è motivo di diagnosi certa ma è molto facile che nella lyme cronica risultino così bassi.
Quindi, a detta sua, con un miglioramento del quadro sintomatologico la diagnosi di lyme cronica è confermata.cosa sono questi cd 3 cd 57? Perché si possono essere abbassati così tanto? Solo x yna lyme? Preciso che a ottibre avevo sa 30 gg bronchite e che sa aprile ho datto diversi cicli di antibiotico x i denti... Ho tolto denti del giudizio e ho deciralizzato 2 denti. Può essere che sia migliorata x antibiotico più che x l alimentazione?sono confusa e ho paura di avere la lyme..da 3 sett faccio la cura antibiotica e sto bene ora....
Preciso che

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
lei pone un problema sul quale gli infettivologi non hanno ancora raggiunto un parere unanime.
Le Cellule CD3-CD57+ od anche NK CD57+ sono una sottospecie linfocitaria che secondo piccoli studi potrebbe essere di aiuto nella diagnosi della Malattia di Lyme CRONICA, dal momento che in questa forma clinica per motivi un pò ostici da spiegare in un post, il loro numero tende ad abbassarsi considerevolmente.
Ciò non avviene nella Malattia di Lyme acuta.
Per contro sempre in questi piccoli studi si è verificato che dopo trattamento antibiotico, adeguato per dosaggio e durata, la scomparsa della sintomatologia clinica coincide con un ritorno alla normalità del numero delle NK CD57+
Sarebbe necessario che il Collega a cui si è rivolto prima di essere così categorico sulla diagnosi, basandosi su un dato di laboratorio tutt'ora di dubbio significato, provvedesse almeno a ripetere la conta delle cellule in questione per verificare che siano ritornate a valori normali.
Le aggiungo che la riduzione delle NK CD57+ è stata osservata da alcuni Autori e sempre in piccoli studi anche in Patologie che con la Borreliosi di Lyme cronica c'entrano nulla: per esempio in alcune forme di autismo, e in diverse malattie autoimmuni tra cui il LES e la Sindrome di Sjogren (e diverse altre), che si accompagnano a una riduzione di tutti i linfociti T che esprimono la glicoproteina CD57.
Su questa base un Autore ha ipotizzato che una metodica teoricamente più specifica per una Malattia di Lyme cronica è la valutazione del rapporto tra NK CD57+/T CD57+; si è infatti notato che nella Lyme CRONICA la riduzione delle NK CD57+ non si accompagna a quella delle T CD57+ e questo status sembrerebbe peculiare della Malattia di Lyme cronica.
Anche queste affermazioni restano tuttavia sub judice.
In conclusione la diagnosi di Borreliosi di Lyme CRONICA resta un "grattacapo diagnostico" che va inquadrato con saggezza ed esperienza nel contesto di dati clinici, immunosierologici, di PCR in metodica Real Time per individuare l'Acido Nucleico della Borrelia di Lyme e gridare EUREKA per un dato di laboratorio isolato è quanto meno azzardato.
Si potrebbe stare a parlare per ore di questa spinosa questione ma non credo sia il caso e soprattutto il luogo.
In più lei mi dice di sentirsi bene e Lyme o non Lyme questo è quello che conta.
Cari saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 431XXX

Gent.ssimo dott. Caldarola
Innanzitutto la ringrazio per la celere, chiara e approfondita risposta.

Finalmente la questione inizia ad essere più chiara per me dopo la sua delucidazione, sebbene mi pare che un dibbio di Lyme cronica rimanga.
Sicuremte chiederò al Prof. Di Trieste di ppter ripetere la conta linfocitaria appena la cura di amoxicillina si concluderà. Intanto come già detto sto meglio.... Il quesito è: sto meglio perché ho assunto l antibiotico quindi ho lyme cronica o è una fase buona indipendentemente dall antibiotico(come ce ne sono state in questi 18 mesi) oppure è la terapia psicologica per l ansia da me iniziata nell'ultimo periodo a privocare tale miglioramento?
Solo il tempo potrebbe rispondere.
Un'ultima domanda:
Visto che i cd57+ sono bassi anche in patologie autoimmuni secondo piccoli studi e considerato che ho fatto una ventina di esami per tali malattie risultati tutti negativi, e supponendo che io non sia affetta da borelliosi cronica, potrei avere quesyo esame fupri eange per semplici moyivi fisiologici o per forza celano una patologia?
Specifico che tutti gli altri esami erano nei range salvo la ves (testata diverse volte in questi ultimi 18 mesi e sempre risultata bassa....questa volta era 31 con max di 30. Tenga conto che uscivo da un mese di antibiotici e bronchite asmatica)
Ecco appunto... Quanto ho effettuato la conta dei cd57 avevo appena concluso una cura di 15gg di amoxicillina x tosse.
Ringrazio di nuovo e cordiali saluti

[#3] dopo  
Utente 431XXX

Mi scuso per i numerosi errori di battitura ma scrivendo con il cellulare non è facile accorgersene.

[#4] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
lei mi pone delle domande a cui per via telematica non mi è possibile rispondere.
Che le cellule NK-CD57+ siano drasticamente diminuite nelle malattie autoimmuni è questione nota a tutti gli immunologi e ai reumatologi; piccoli studi sono quelli che attribuiscono tale diminuzione alla Borreliosi di Lyme CRONICA.
Credo che il mio compito si debba esaurire, e di ciò mi spiace, con le spiegazioni che le ho fornito e che sia compito del Medico che la cura trarre le conclusioni, avendo lui la possibilità di valutarla realmente, in SCIENZA e coscienza, a me preclusa dal consulto telematico.
Non me ne voglia ma io sono un Medico quando visito il paziente e posso fare il clinico; sono semplicemente un consulente medico di questo Sito che può dare consigli e orientare un Paziente che non può, come diciamo in gergo noi medici ,"vedere".
Assuma pertanto quanto in replica #1 con questo significato e se vorrà mi tenga informato. Mi farà piacere.
Gli errori di digitazione non sono un problema e lei non ha bisogno di scusarsi.
Cari saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#5] dopo  
Utente 431XXX

La ringrazio doytore per la schiettezza e per la lealtà.
Il medico di Trieste è lontanto da me... Io vivo a Bergamo. Non so che fare, se rivolgermi a un medico della mia città e se si a quale. Con la consapevolezza che mi hanno già viata due reumatologi che non vedono in me patologie autoimmuni se nonnuna possibile fibromialgia.
Sono molto confusa e spaventata!
Il mio medico di base inoltre sostiene che non posdiamo escludere che quel valore sia un banale oscillamento fisiologico.
Non si davvero che fare... Aho l impressione che anche le persone a me vicine pensino che inseguire questa ipotesi di Lyme dia asdirda e che sia frutto di mia fissazione.
La Ringrazio di nuovo!
La terrò certamente informato.
Saluti

[#6] dopo  
Utente 431XXX

Buonasera dottore
Mi sxuso per il disturbo. Mi sovviene una domanda: quei cd57 bassi potrebbero essere causati dalla mia endometriosi al secondo stadio?
Grazie ancora!

[#7] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve cara Signora.
Lo escluderei con certezza.
Ad ogni modo torno a ribadirle che è bene che si consulti con chi le ha fatto eseguire la conta delle sottopopolazioni linfocitarie, su cui ritengo di averle fornito utili notizie aggiuntive, perchè si possa, se lo si ritenga opportuno, ripeterla in maniera più completa assieme ad indagini immunosierologiche e molecolari contro la Borrelia Burgdoferi.
Mi tenga pure informato se vorrà.
Cari saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#8] dopo  
Utente 431XXX

Buonasera gentile dottore
La aggiorno dopo il consulto con il dott di Trieste.
Nonostante il mio peggioramento dei sintomi nell ultima settimana e dovendo essere una cura ex adiuvantibus di 28gg di amoxicillina, sostiene che cd57 inferiore a 30 come i miei inficano ina lecita diagnosi fi lyme cronica... Srcondo la sua esperienza.
Mi ha quindi inficato in mese di stevia, che dovrebbe sciogliere il biofilm del batterio in questione, e fra un mese rifare 28gg di amoxicillina1g.
Cosa ne pensa?
Sono spaventata
sì leggono esperienze terrificanti nel web riguardo lyme e pare poco efficace ogni cura.
Le aggiungo che ho avuto 8 anni di bulimia con vomito indotto 3/4 volte al giornp. Effettivamente i sintomi sono comparsi con la chiusura di questa patologia dalla mia vita. Potrebbero sballarsi i valori delle conte linfocitarie come i cd57?

[#9] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Cara Signora,
che cosa vuole che le dica?
Un medico che le propone un mese di Stevia per sciogliere il biofilm della Borrelia e riprovare poi con l'Amoxicillina a me fa sorridere.
Dorse sarebbe bene che lei si rivolgesse ad un professionista più serio e qualificato, magari ad un Internista scrupoloso, appassionato della sua specialità, onesto.
Di più non posso dirle via web.
Cari saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#10] dopo  
Utente 431XXX

Anch'io mi sono stupota riguardo la Stevia. Il medico sostiene che da recenti studi in vitro la stecia ha potenziato l'effetto dell antibiotico.
Mi consiglia quindi di non sefuire troppo la pista infettivologica?

[#11] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
i consigli che legittimamente potevo fornirle a tergo di un monitor glieli ho forniti e mi ha fatto piacere farlo.
Capisce bene che un consulto telematico non può essere equiparato ad una visita in cui c'è un medico che si confronta con un paziente.
Le ribadisco che l'uso della Stevia come coadiuvante per la eradicazione della Lyme Disease non è supportata da alcuno Studio Clinico degno di tale nome.
Forse un valido Internista invece degno di questo nome, potrebbe essere il medico giusto per lei.
Saluti cari.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#12] dopo  
Utente 431XXX

Gentile dottore
Mi scuso per l'ulteriore disturbo.
Mi sto leggendo gli studi di cui parlava nella prima risposta riguardo alla conta linfocitaria.
Ho capito male o i NK CD57 sono generalmente bassi secondo questi piccoli studi nella malattia di lyme cronica?
Mentre, sempre se non ho capito male, i T Cd 57 non sono mai bassi nella malattia di lyme?
In conclusione ho letto che gli T cd57 sono i CD3+CD57+ , ovvero quelli che ho io... Pertanto io non ho lyme visto che la digitura del mio esame è proprio CD3+CD57+ .
Grazie ancora
Cordiali saluti

[#13] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Cara signora,
la dicitura inequivoca del suo esame lei la chiarisce adesso.
La chiarisca anche al suo medico che le ha prescritto la stevia.
Saluti cari.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#14] dopo  
Utente 431XXX

Buonasera
Eccomi per aggiornamenti: innanzitutto pare che mi fossi sbagliata. L esame che il dottore di Trieste mi ha sottoposto è nkcd57+ e non t cd57+.
Intanti ho avuto un soatanziale peggioramento. Addirittura formicolii a braccio gamba sx.
La febbricola sale di nuovo la aera... Sarà perché ho endometriosi e ho sospeso la pillola x 2 mesi? O per antibiotico?
Intanto ho scritto di nuovo al dott. trevisan che sostieme cje i miei nk cd57 lasciano qualche dubbio lyme cronica.
Non so più ae credere o no.
Intanto ho prenotato una visita alsan raffaele presso il primario di immunologia.
Ho bisogno forse solo che qualcuno mi tramquillizzi....
La ringrazio nuovamente per la pazienza

[#15] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
S'immagini.
Buona serata.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#16] dopo  
Utente 431XXX

Nuongiorno,
Gent. Ssimo dottore vengo a aggiornarla.
Come da suo consiglio ho effettuato una visita presso il primario internista del San Raffaele.
Dopo aver visto i miei esami ha detto che sono sana come un pesce. Che devo dimenticare i medico. Non mi ha preescritto nulla e ha sotyolineato che i nk cd57 così bassi non significano nulla.

Da un mese ho.provato a forzarmi e vivere come se non avessi nulla... Purtroppo non funziona.
Anzi... Sono peggiorata. Sono tornati i forti sintomi influenzali, palpitazione, occhi offuscati, testa infiammata... Dolore orecchio, capogiri. Febbricola perenne e fiatone... Quando inspiro aria dalla bocca sento bruciare e calore alla gola ed esofago.
Sono disperata...
Desidero vivere...
Non so più a chi rivolgermi.
Attendo suoi consigli se ne ha...
Grazie!