Utente 478XXX
Buongiorno!!!ho effettuato un test HIV quarta generazione a 45 gg dal rapporto a rischio,esito negativo.Da più di un mese però ora mai continuo a sentirmi spossato e ho un dolore ad un linfonodo sotto l'ascella destra.Posso stare ormai tranquillo per quanto riguarda l'HIV?e se sì quali altre patologie potrebbero darmi questi sintomi? grazie.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
un test HIV di IV generazione eseguito a 45 gg dall'evento a rischio deve essere considerato definitivo.
Essendo il suo risultato negativo ha la certezza di non essere HIV sieropositivo.
La spossatezza che riferisce da circa un mese associata alla linfoadenopatia necessita innanzitutto di una valutazione clinico - semeiotica che io ovviamente non le posso fare via web.
Posso consigliarle di escludere che ci sia in atto una infezione da EBV (una Mononucleosi per intenderci) o da Citomegalovirus.
Sono malattie molto diffuse, trasmesse con il bacio e più in generale dalla saliva di chi è infetto, che possono giustificare la sua sintomatologia.
La diagnosi si fa con un prelievo di sangue e con test specifici che certamente il suo curante conosce bene.
Il tutto potrà essere completato con una routine ematochimica che esplori, come di consueto, la funzionalità dei principali organi e apparati.
Perciò si rechi fiducioso e tranquillo al suo Medico di base, esprima i suoi dubbi e se vorrà mi tenga al corrente.
Saluti cari.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 478XXX

Buongiorno dottore.La ringrazio innanzitutto per aver risposto in maniera così celere.Il test hiv se di quarta generazione puo' essere ritenuto definitivo dopo 40 giorni è corretto?Seguiro' cmq il suo consiglio e la terrò informato.Buon lavoro e di nuovo grazie infinite.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
si, il test HIV di IV generazione è da considerarsi definitivo dopo 40 gg.
A presto.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 478XXX

A presto dottore e grazie per la sua disponibilità.

[#5] dopo  
Utente 478XXX

Buonasera dottore.Mi sono rivolto ad un infettivologo e mi ha fatto eseguire molti esami per mst oltre ad emocromo,PCR e vediamo.Tutto negativo per fortuna.Mi ha fatto ripetere il test HIV presso la struttura ospedaliera a 52 ed è risultato anch'esso negativo.Mi ha però detto che ancora non posso ritenermi tranquillo al 100% in merito al responso e che dovrò ripetere il test a 90 giorni.Non capisco come mai...gli ho riferito che il ministero della sanità dice che ormai il test è definitivo a 40 gg ma lui non mi ha neanche ascoltato invitandomi a ripeterlo.Come mi devo comportare secondo lei?la ringrazio anticipatamente.

[#6] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Utente,
segua le indicazioni del collega.
Non posso ripetere all'infinito le stesse affermazioni.
Saluti cordiali.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#7] dopo  
Utente 478XXX

Buongiorno dottore.Ho una domanda da porle.In caso di esito positivo a reuma test è possibile che si possa verificare una sieroconversione tardiva? Premetto che so che so che il test è definitivo già a 40 gg.Vale anche in questo caso?la ringrazio anticipatamente.

[#8] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
la Sieroconversione tardiva in un soggetto normale è una affermazione che non ha senso.
E' una stupidaggine che si legge sulla rete.
In un soggetto normale i tempi di sieroconversione sono quelli conosciuti.
Ciò vale anche per un Reuma test positivo che al massimo può condizionare il test rendendo dubbio il risultato, oppure inducendo un falso risultato positivo.
Se tuttavia il suo è negativo lo consideri definitivo e archivi questa questione definitivamente.
Buona giornata.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#9] dopo  
Utente 478XXX

Si dottore il mio test è risultato negativo a 50 giorni...posso archiviare la faccenda quindi? grazie e buona giornata.

[#10] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Glielo ho detto 12 minuti fa che DEVE archiviarla.....
Saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#11] dopo  
Utente 478XXX

Grazie mille dottore.La ringrazio davvero tanto e le auguro una buona giornata.

[#12] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di Nulla.
Ricambio.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#13] dopo  
Utente 478XXX

Buongiorno dottore.Volevo soltanto chiederle se secondo lei un infezione pregressa da mononucleosi avvenuta molto recentemente secondo il medico di laboratorio visti i valori alti possa in qualche modo falsare il test HIV ritardando la produzione degli anticorpi.Grazie mille e buon lavoro.

[#14] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
no, nel modo più assoluto.
Cordiali saluti,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#15] dopo  
Utente 478XXX

Grazie infinite dottore per la sua tempestiva' nel rispondere e per la sua disponibilità.Buon lavoro.Cari saluti.

[#16] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di nulla.
Ricambio i saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#17] dopo  
Utente 478XXX

Dottore ho ancora un ultima domanda in merito a questo argomento da farle.Visto che cmq in rete se ne parla tanto,quali sono le malattie che potrebbero falsare l'esito del test o eventualmente tardarne la risposta anticorpale? grazie anticipatamente.

[#18] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Utente,
lei non ha bisogno dell'infettivologo ma di curare una sindrome ossessivo - compulsiva da uno Psichiatra.
Per migliorare la sua qualità di vita.
Spero si renda conto che quella che lei definisce l'ultima domanda puntualmente diventa la penultima.
Ora: si convinca di NON essere HIV sieropositivo: il quesito che mi pone è una curiosità e nelle linee guida è chiaramente esplicitato che le curiosità non sono ammesse.
Se abbia qualche altra malattia specifica chieda se può interferire col test: se non ne ha si metta l'animo in pace.
E la smetta di consultare la rete o se vuole farsi del male la consulti ma poi non venga a porre la puntuale, penultima "ultima domanda".
Arrivederci.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#19] dopo  
Utente 478XXX

No dottore le assicuro che la mia era semplicemente una curiosità...ho già deciso di riprendere a pieno la mia vita normale.Mi scuso se le sono sembrato ossessivo.Cordiali saluti.

[#20] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Va bene.
Saluti a lei.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#21] dopo  
Utente 478XXX

Buongiorno dottore mi scusi se la disturbo.Il mio medico di base mi ha detto di effettuare anche i test per epatite a,b,c, oltre a quelli che ho già effettuato.Mi ha detto di eseguirli a 3 mesi dall'evento a rischio.Volevo semplicemente sapere da lei visto che è un esperto in materia se è corretta l'indicazione del medico oppure posso farli prima.Ringrazio anticipatamente.

[#22] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
se non ha avuto rapporti oro - anali tipo un anilingus attivo(cioè praticato da lei) non capisco l'utilità di testarsi per l'epatite A.
L'epatite C, e non ci stancheremo mai di ripeterlo, non rientra tra le MST a meno che non vi sia stato contatto con sangue.
L'epatite B è considerata l'unica reale MST tra le tre più comuni epatiti.
Per quanto concerne i test per intanto si valuti al basale, perchè potrebbe essere già immune contro l'epatite A e la B.
Ciò accade molto di frequente.
Con i nuovi test che si usano oggi dopo due mesi i risultati per tutte le tre epatiti possono essere considerati definitivi de facto: quindi se non è immune al basale è sufficiente ripetere i test tra 60 gg.
Ho l'impressione che tra lei e il suo medico formiate una coppia di patofobi di tutto rispetto. Posto che non capisco come mai il suo medico parli e consigli a "scoppio ritardato"....
Saluti cordiali.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#23] dopo  
Utente 478XXX

La ringrazio infinitamente dottore.Buona giornata.

[#24] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di nulla.
Saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.