Utente 107XXX
gentilissimi medici,sono donatrice AVIS, l'anno scorso ho avuto un rapporto orale non protetto (in effetti non con uno sconosciuto ma con una persona che conosco da tempo, apparentemente sana e a quanto ne so con uno stile di vita normale, ma che ora non frequento più). L'Avis prescrive in caso di eventi a rischio di autoescludersi dalla donazione per 4 mesi. Io ho appunto aspettato 4 mesi per scrupolo e poi ho donato plasma (anche se addirittura questa persona mi aveva assicurato di non avere mai avuto altri rapporti...però come posso essere certa di questo?).Ho poi effettuato una donazione di sangue dopo altri 3 mesi, serenamente. In entrambi i casi gli esami sia per anticorpi hiv1/2 che per hiv rna qualitativo sono risultati negativi. Ora tuttavia mi sta venendo un pò di preoccupazione,voglio dire è certo che questi esami siano validi?...io ho donato serenamente...vorrei solo sapere se questi esami a 4 e 7 mesi sono sicuri (anticorpi hiv 1-2 e hiv rna qualitativo). Comunque con l'esame hiv rna qualitativo si riduce il periodo finestra giusto? Scusate il disturbo, vi ringrazio davvero se vorrete rispondere

[#1] dopo  
Dr. Leonello Innocenti

24% attività
0% attualità
0% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Buonasera Gentile Signora,

Può stare assolutamente tranquilla.

I test che Lei ha eseguito sono significativi già dopo 21
giorni (con le moderne tecniche laboratoristiche il cosiddetto periodo finestra si è notevolmente accorciato!)
Quindi, un test eseguito dopo addirittura 7 mesi dal rapporto a rischio, che dia esito negativo, esclude con certezza l'eventualità del contagio.

Cordiali Saluti.
Dott. Leonello Innocenti
Specialista in Patologia Clinica
Master in Emostasi e Trombosi

[#2] dopo  
Utente 107XXX

Grazie mille!il servizio che offrite, tra l'altro gratuitamente, su questo sito è davvero lodevole
Cordiali saluti