Utente 972XXX
Salve dottori,
vi ringrazio di cuore per il servizio svolto.
Ho 22 anni e in seguito ad un bruttissimo periodo della mia vita il 26 febbraio ho avuto un rapporto con una prostituta;il rapporto è stato protetto dall'inizio alla fine senza nessun contatto diretto con la partner ma su questo inizio ad avere qualche dubbio.
Una settimana dopo ho iniziato ad avere forti pruriti nella parte terminale dell'uretra con secrezioni bianco-giallastre ed un forte arrossamento del grande.
L'urologo mi ha detto che probabilmente si trattasse di clamidia;a circa 3 settimane ho avuto febbre a 38.5-39.5 per 3 giorni con 3 herpes sulle labbra,brividi di freddo,debolezza,dolori alle natiche e alla gamba destra.
La febbre dopo 4 giorni se ne è andata
ma non il dolore alla gamba destra,poi passato alla gamba sinistra(fortissimo,credo fosse un nervo e per una settimina non ho camminato).
Sono iniziati forti dolori al collo senza linfonodi mi sembra,
ma sono comparsi dolori muscolari in tutto il corpo soprattutto spalle e pettorali con un livido strano sul petto sopra una costola dolorante.
Ad un mese la situazione è proseguita con una grande spossatezza,dolori ai nervi e muscoli del collo,ai nervi delle braccia e dolori simil punture di insetti in tutti i muscoli e alle spalle.
Ho avuto dei giramenti di testa anche.
La notte mi sono svegliato per varie volte con sudorazioni(forse ansia),calore alle gambe senza peraltro attivita sportive e 2 dita della mano sinistra spesso addormentate e formicolanti.
La temperatura corporea è stata sempre costante con picchi di 36,8-36.9.
Cosi in preda al terrore la dottoressa di famiglia mi ha prescirtto della analisi per la monoclueosi eseguite a 33 giorni dal rapporto a rischio:


GLOBULI BIANCHI 7,02 mila x mmc
GLOBULI ROSSI 5,01 milioni xmmc
EMOGLOBINA 13,4 gr/dl
EMATOCRITO 40,5 %
MCV 80,5 fentolitri
CONTENUTO MEDIO HgB 26,6 picogrammi
CONC.CORP.MEDIA HgB 33,1 gr/dl
RDW 12,8 %
HDW 2,9 gr/dl
PIASTRINE 327 mila

FORMULA LEUCOCITARIA
NEUTROFILI 47,1 %
LINFOCITI 40,0 %
MONOCITI 7,3 %
EASINOFILI 2,0 %
BASOFILI 1,1%
LUC 2,5 %

V.E.S. 5 mm
TITOLO A.S.L. 142 U.I.
Proteina C reattiva 0,4 mg/dl
PROTEINE TOTALI 7,1 g/dl
AST 22 U.I./L
ALT 27 U.I./L
GAMMA GT 18 u.i./L

ANTICORPI ANTI EBV
(a VCA, CLASSE IgG Presenti
(a VCA, CLASSE IgM Assenti

ANTIC.antiCITOMEGALOVIRUS IgG Presenti
ANTIC.antiCITOMEGALOVIRUS IgM Assenti

Quindi la dotterossa ha escluso la momonucleosi e mi sono fatto prescrivere immediatamente il test anticorpi anti-HIV e anti-HCV ma che potrò fare solo a 90 gg.
Ad un mese e 18 giorni la spossatezza è quasi scomparsa ma ho ancora dolori al collo,dolori addominali,cefalea,strane vertigini e lievemente alla schiena.
Vi prego ditemi qualcosa,non dormo piu,sono disperato e piango come un bambino.
Ho paura che la mia vita sia rovinata e forse anche quella della mia ragazza,non riesco neanche ad andare a lavoro.
Posso avere l'hiv?C'è possibilita si tratti di epatite?o qualcos altro?
Vi prego aiutatemi

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentilissimo paziente se lei nel rapporto ha contratto una malattia sessualmente trasmessa, il rapporto non era affatto protetto e quindi è a rischio per tutte le MST e per l'HIV. Vista la sua età dovrebbe essere vaccinato per epatite B. In definitiva le consiglio immediata visita dal Venereologo, test HIV a 40 e 100 giorni, markers epatite B e C a tre e sei mesi, VDRL e TPHA a 30 giorni.
Marcello Masala MD

[#2] dopo  
Utente 972XXX

LA ringrazio molto Dr Masala seguirò immediatamente i suoi consigli.
Ad oggi sono trascorsi 52 giorni e pensavo di effettuare il primo test per l' hiv a 60 giorni attendendo quindi una settimana,cosa mi consiglia?C'è una esame con elevata attendibilità anche a 60 giorni?
C'è qualche segno indistinguibile di contagio?

[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Non ci sono segni clinici utili per diagnosi di HIV; a 60 giorni il test è molto utile ma va sempre confermato a 100 giorni.
Marcello Masala MD

[#4] dopo  
Utente 972XXX

Secondo lei questi sintomi possono essere ricollegati all 'hiv?
Ho una paura terrificante di essermi rovinato la vita..ci sono dei medicinali senza effetti collaterali?e fra quanti anni pensa che questa terribile malattia potrà essere bloccata?
non so più cosa fare e spesso ho anche attacchi di panico..purtroppo solo quando una persona passa questi momenti cosi bui che si rende conto di quello che la vita gli regala ogni giorno e di quanto bisogno ci sia di stare vicino a persone malate

[#5] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente non si disperi, esegua il test e la smetta con il pellegrinaggio su internet o con l'autodiagnosi.
Marcello Masala MD

[#6] dopo  
Utente 972XXX

Dottor Masala ho ritirato il referto delle analisi fatte a 62 giorni dal rapporto a rischio:negative!

Urinocultura: negativa

COLTURA DI MATERIALE URETRALE
Esame microscopio diretto
Granulociti neutrofili: Assenti
Trichomonas: Assenti
Flora microbica : Presente

Esame micoscopico secondo Gram:
Bacilli Gram Positivi: Assenti
Bacilli Gram Negativi: Assenti
Cocchi Gram Positivi: Presenti (1+)
Cocchi Gram Negativi: Assenti

SVILUPPO DI COLONIE: Presente
GERMI IDENTIFICATI: Staphylococcus epidermidis

HCVAb: Assenti
HIV 1-2 Ab e Hiv p24 Ag

Cosa pensa dottore?Le ritiene piuttosto attendibili?
Non capisco come abbia fatto a prendere questo batterio se comunque indossavo il preservativo!Questo vuol dire che se la partner avesse avuto qualunque tipo di MST le avrebbe trasmesse tutte nonostante la protezione!!!!!!!
Ripeterò il test a 100 gg e non so se sia presto cantare vittoria anche perche ho passato un periodo pesante sul fronte fisico,i dolori al collo continuano ma soprattutto alle articolazioni e ai nervi delle mani e dita,degli avambracci e ai muscoli delle gambe.
Considerando che ho avuto la mononucleosi potrebbe trattarsi di una riattivazione del virus?In questo caso, dalle precedenti analisi(di cui i risultati all'inizio del primo post)dovrebbero risultare gli IgM o gli IgA?
O questi disagi fisici possono essere l'espressione della presenza di questo staphylococco?
Grazie per la disponibilità!



[#7] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente lo stafilococco epidermidis nel meato uretrale non è patogeno , ci abita, quindi stia sereno. Riguardo il test HIV lo ripeta a 100 giorni.
Marcello Masala MD

[#8] dopo  
Utente 972XXX

Che affidabilità si può avere con un esito negativo a 62 gg?
Lei esclude quindi un possibile ritorno della mononucleosi..
Sono preoccupato perchè da quanto ho letto questi sintomi potrebbero essere correlati ad una neuropatia.
Continuo ad avere dolori ai nervi delle dita e braccia,disturbi agli arti immediatamente dopo il sonno,non pero debolezza muscolare.Stress eccessivo per l'ansia può conseguire questi risultati?
Il fatto e che tutto questo è iniziato dopo aver avuto quella forte febbre con un esordio di dolori ai nervi del collo e un mal di testa sporadico-intermittente.
Mi sconsiglia di fare sport?Mi consiglia una vista da un neurologo o solo di stare tranquillo?
Il dire 'stia tranquillo' è sicuramente la prerogativa di ogni medico ma se fosse necessario che dica pure la sua apertamente

[#9] dopo  
Utente 972XXX

Non risponde più nessuno?Come si dice ,il silenzio vale più delle parole.La ringrazio comunque per la sua risposta

[#10] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente il ritardo nella risposta è dovuto alla mole di lavoro e di consulti nella mia materia, pertanto risparmi l'ironia. Un test negativo a 62 giorni è incoraggiante ma va sempre confermato da un test a 100 giorni. Riguardo altri problemi neurologici sappia che un percorso diagnostico in merito deve partire dal medico di base dopo un'attenta valutazione. Le ho detto stia sereno poichè lo stafilococco epidermidis nel meato uretrale non è una malattia . Concludo chiarendole che dico le cose sempre molto apertamente e se ha dubbi in merito può leggere i più di 2000 consulti gratuiti da me forniti a pazienti in difficoltà come lei, mettendo a disposizione tutti i miei titoli e la mia professionalità. Per i prossimi consulti le consiglio un buon uso del silenzio e delle parole.
Marcello Masala MD

[#11] dopo  
Utente 972XXX

Non era assolutamente mia intenzione irrritarla e ho sinceramete interpretato il silenzio come la reale volontà di non scaternare ansia e allarmismi confermando l'altissimo rischio della mia situazione.Tutto qua.
Ho letto moltissimi dei suoi consulti in alcuni dei quali da diverse percentuali di attendibilita dei test (es ho letto a circa 40 gg un' affidabilità del 98 % ma anche di un 80%).
Giustamente le situazioni non sono tutte uguali e volevo sapere quale percentuale di affidabilita dava al test nel mio caso (a 62 gg).
Scusi l'insistenza ma sono disperato,mi creda tutto questo mi sta creando problemi enormi,depressione non riesco neanche ad andare a lavoro.
La notte faccio sogni pazzeschi e non riesco a non pensare cosa potrebbe essere tutto cio se diventasse realtà.
Ho notato anche la presenza di lievi macchioline non ben definite di color rosaceo sul petto e braccio destro,che dopo poche ore o nell' arco di poco più di un giorno scompaiono.Inoltre sento piccoli fastidi polonari.
Continuano i fastidi ai nervi e difficile recupero muscolare post-attivita fisica.Sindrome similmonucleosica?
Per informazione le dico comunque che soffro di esofagite da reflusso,gastrite e problemi gastrointestinali;mi sto curando da 4 mesi con lucen 20.
La prego mi dica qualcosa che non sia 'attenda 100 giorni' magari un parere anche strettamente personale relativo alla sua lunga esperienza in merito,se possono essere sintomi da infezione hiv,di somatizzazione di ansia o altre infezioni (es. toxoplasmosi,...),se ha avuto falsi negativi a 62 gg con questo test.
Ho 22 anni e mi creda non so come affrontare questa situazione,mi sono già proiettato in un mondo sieropositivo,sto diventando matto e ogni giorno mi preparo sempre più al peggio!

[#12] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
I sintomi neurologici che lei riferisce non mi fanno assolutamente pensare all'HIV, infatti non sono tipici della sieroconversione. Riguardo le percentuali del test, le case produttrici danno un'affidabilità variabile, superiore all'80% dopo otto settimane, ma personalmente non propongo mai statistiche poichè sono fuorvianti. Infatti in una malattia come l'HIV la certezza deve essere del 100%. Quando le dico di stare calmo è davvero un consiglio che le voglio dare, non un modo di liquidarla, una condizione di ansia come quella che lei vive e di continua autoanalisi la sfinirà psicologicamente. Nella vita sono tante el paure e le battaglie che bisogna affrontare per questo le dico di fare appello a se stesso, fare un bel respiro ed andare avanti.
Marcello Masala MD

[#13] dopo  
Utente 972XXX

Si è vero le mie ansie mi stanno immobilizzando.
Sicuramente questo mese di attesa non sarà certo uno dei più rosei ma sara di certo un grande passo della vita.
La ringrazio per la sua sincerissima e incoraggiante risposta.Lei considererebbe il test definitivo anche a 90 gg con il tipo di test che ho effetutato(HIV 1-2 Ab e Hiv p24 Ag)?

[#14] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Il test va fatto oltre i 90, almeno 91 giorni.
Marcello Masala MD

[#15] dopo  
Utente 972XXX

Gentle dttr.Masala,
scusi i tempi ma ho seguito i suoi consigli eseguendo l'atteso test a 98 giorni,risultato negativo anche questo..
Il test è di tipo hiv 1-2 Ab e hiv p 24 Ag.
Considera il test assolutamente definitivo o per sicurezza mi consiglia di ripeterlo?
Sono risultato negativo anche al toxoplasma e il neurologo mi ha detto che probabilmente i disturbi articolari che ho si trattano di miosite;ho notato inoltre alcuni piccoli esantemi color rosso porpora sulle spalle.Che pensa?
La ringrazio per il tempo dedicato a presto

[#16] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente un test negativo a 98 giorni è affidabile.
Marcello Masala MD

[#17] dopo  
Utente 972XXX

La ringrazio del tempo dedicato.
Affettuosi saluti