Utente 241XXX
Buonasera, desidererei avere una vostra preziosa consulenza.
Ho 43 anni Vi scrivo da Bolzano, ho iniziato a lavorare nel 1989 come magazziniere autista ( mansioni di carico scarico autotreni e autista consegne ). Ho sempre fatto questo lavoro fino all'aprile del 2000, dove poi ho iniziato immediatamente come conducente di autobus urbani ed extraurbani e dove attualmente presto ancora servizio. ( Quindi sono sempre rimasto nel ramo dei trasporti ). Nel 2007 ho accusato forti dolori al collo e si irradiavano fino alla mano destra. Dopo varie indagini mi veniva diagnosticata una duplice discopatia C3/C4 e C4/c5. Ho eseguito varie terapie e dopodiche nel 2009 non riuscendo più a resistere ai dolori venivo operato. DIAGNOSI: SPONDILOARTROSI CERVICALE c3/C4 E C4/C5. Assenza dal lavoro per malattia circa 4 mesi. Ho fatto richiesta di malattia professionale all'Inail rispondendomi negativamente e anche al ricorso esito negativo. Non riconosciuta come causa lavoro. Purtroppo i dolori non in maniera forte persistono e di conseguenza sono ritornato dal medico che mi ha operato rilasciandomi un REFERTO SPECIALISTICO AMBULATORIALE:

REFERTO ESAMI ESEGUITI
Controllo in paziente operato di asportazione di ernia discale e stenosi cervicale a C3- C4. Permangono dolori cervicali muscolari al rachide ed alle spalle con cefalea associataepisodica.
Il dolore è causato dalla postura lavorativa che nonostante la ginnastica posturale non riesce a compensare, necessita di mansioni lavorative adeguate al problema, si certifica inoltre che la tipologia di patologia è correlata al tipo di lavoro come fattore di rischio.

CONCLUSIONI DIAGNOSTICHE
Esito di erniectomia spondilectomia C3-C4 in spondiloartrosi cervicale.

Di questo documento l'inail non è al corrente.
Volevo gentilmente chiedervi se tentando di iniziare una causa contro l'Inail potrei avere delle possibilità di ottenere il riconoscimento di causa servizio
Ringrazio per la Vostra disponibilità e Vi porgo i miei: Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Stefano Bonomo

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
FROSINONE (FR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
salve
dovrebbe dimostrare lei il nesso causale tra la malattia discale e il lavoro svolto, un riconoscimento secondo me è molto difficile tanto da averlo la commissione già negato ,in più esiste una franchigia al 6% che molto probabilmete non supera anche in caso di riconoscimento della malattia professionale .
saluti
DOTT. STEFANO BONOMO MEDICO COMPETENTE AZIENDALE-Specialista in Medicina del Lavoro-

[#2] dopo  
Utente 241XXX

Buonasera Dottore, la ringrazio per il suo prezioso contributo. Volevo precisare che ho anche della documentazione la quale potrebbe dimostrare il nesso causale tra la mia patologia e il mio lavoro, ma la mia richiesta di malattia professionale non è finalizzata al danno biologico ma soltanto per accedere a delle mansioni lavorative più leggere. Lei sa se l' Inail ha mai riconosciuto malattie professionali sotto la franchigia del 6%?.
In attesa di un Vostro riscontro le porgo i miei:

Distinti Saluti