Utente 272XXX
In occasione di una visita aziendale richiesta dal datore di lavoro per cambiamento mansioni decise unilateralmente dal datore di lavoro ( da una struttura di direzione generale a Customer care) ho presentato il referto Dell' orl il quale a seguito esame obiettivo , otoscopia e prova audiometrica tonale, vocale e impedenzometrica ha così concluso : la correlazione temporale del quadro clinico con i sintomi riferiti dal paziente risulta compatibile con ipoacusia neuro sensoriale bilaterale e acufeni. Non trattabile chirurgicamente. Vocale in cuffia: au dx con 40 di 50%; 50 db 70%; 60db 80%; 70 db 90%.
Vocale in cuffia au sx : 40 db 50% ;50db 70%; 60 db 80%;70db 90%.
Questa diagnosi suggerisce delle raccomandazioni con opzioni diagnostiche e terapeutiche, affinché il paziente possa fare una scelta informata e condivisa: accertamento inv cilie,terapia protesico-

Inoltre ho documentato l esito di una visita aziendale nel 1999( dopo 4 anni di call center) che evidenziava una ipoacusia bilaterale lieve.

Il medico competente ha emesso questo giudizio : idoneo con prescrizioni/ limitazioni: ricontrollo al completamento di esami specialistici richiesti dal medico di fiducia (?) o comunque a sei mesi.

La domanda e' : quali altri esami si leggerebbero tra le righe del referto? L orl da me interpellato ritiene che il quadro sia completo e che non devo fare alcunché !

Questo giudizio reso con limitazioni e/o prescrizioni non presuppone l indicazioni delle limitazioni o delle prescrizioni ( nel caso specifico il non utilizzo di cuffie?) anziché una generica indicazioni di esami non prescritti dall orl?

Al di la del ricorso come posso richiedere l esplicitazioni di t ali prescrizioni o limitazioni visto che il datore di lavoro mi ha già assegnato al call center senza prevedere precauzioni ad hoc..?
Grazie vivamente per la risposta che mi sarà fornita.

[#1] dopo  
Dr.ssa Susanna Borriero

24% attività
4% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Gentile Utente da quanto scrive mi sembra di capire che faccia parte del referto specialistico ORL la seguente frase:

" Questa diagnosi suggerisce delle raccomandazioni con opzioni diagnostiche e terapeutiche, affinché il paziente possa fare una scelta informata e condivisa: accertamento inv cilie,terapia protesico-"

Se è così allora dovrebbe essere cura dello specialista ORL indicare quali sono le opzioni diagnostiche e terapeutiche una volta esclusa la terapia chirurgica... ed è forse a questo che ha fatto riferimento il medico competente nel giudizio di idoneità.
Cordiali saluti
Susanna Borriero

[#2] dopo  
Utente 272XXX

Gentilissima Dott.,
Ho interpellato l' otorino che mi ha refertato e mi ha espressamente detto che nessun altro esame devo fare in quanto il quadro clinico e' completo. Ha altresì aggiunto che se il medico az competente vuole che io faccia altri esami deve espressamente richiederli per iscritto. ( ipotesi poco probabile anche perché mi pare che la legge non lo consenta) .
Insomma cosa occorre per far alzare " bandiera bianca' al medico competente?
Grazie

[#3] dopo  
Dr.ssa Susanna Borriero

24% attività
4% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
leggendo quanto lei ha trascritto è lecito pensare che l'otorino lasciava a successive valutazioni eventuali altri esami di approfondimento. Per dare un taglio a questo fraintendimento le consiglio di chiedere al suo otorinolaringoiatra di mettere nero su bianco quanto le ha detto telefonicamente e girare la certificazione al medico competente chiedendo di voler meglio esplicitare le sue prescrizioni. Lei ha, inoltre, la possibilità di avvelersi dell'intervento del suo RLS che può interpellare il medico aziendale per i necessari chiarimenti.
In ogni caso non ritengo che la sua ipoacusia sia motivo di non idoneità alla mansione perciò non le consiglio questa strada per opporsi al cambio di mansione.
Cordiali saluti
Susanna Borriero