Utente 955XXX
Buonasera, dottore.
Sono una donna di 55 anni, lavoro in un supermercato, al reparto ortofrutta, e sono part-time a 18 ore, con contratto a tempo indeterminato.
le riporto la mia ultima risonanza rachide lomo-sacraledel 30/10/2013, e per questo lavoro con il busto a stecche.
Lieve atteggiamento scoliotico DX convesso. riduzione della fisiologica lordosi. Moderatamente ridotti diametri del canale. segni di spondilosi, osteocondrosi e di artrosi interapofisiaria con segni di idrartro in L4-L5.
in L3-L4 lieve bulging discale postero laterale.
Lievissima antero spondilolistesi di L4 su L5 di verosimileorigine degenerativa artrosica interapofisaria:in tale spazio è apprezzabile un concomitante pseudo bulding discale postero laterale che impronta la superficie anteriore del sacco durale e impegna, con caratteristiche di ernia, la regione intra ed extra foraminale DX.
Sempre in L4-L5 la patologia disco somatica in associazione all'ipertrofia dei legamenti gialli determinano una più accentuata stenosi del canale.

Dal 04/06/2014 mi è stata diagnosticata fibromialgia, curata all'inizio con Lyrica e Nicetile, e con CPK al rialzo e Ana positivi. Adesso, dopo l'ultimo controllo vengo curata con Carnydin plus dibase 2500 Ul i al mese, mag2 e mielolorilassanti. Purtroppo, le parestesie che avevo all'inizio di tanto in tanto agli arti inferiori, si sono notevolmente aggravate, tanto da non permettermi più di camminare per tratti più lunghi se non accompagnata, e dovendomi fermare sovente. Adesso le parestesie si sono estese anche agli arti superiori e in fase di esame elettromiografico è risultato :
reperto di compromissione della conduzione sensitiva sul n. mediano bilaterale al polso 8 compatibile con s. del tunnel carpale bilaterale di grado lieve). esame effettuato il 28/05/2014.
Soffro inoltre di tiroidite di Hashimoto con ipotiroidismo in terapia con levotiroxina.
A fronte di tutto questo,vorrei gentilmente conoscere se ho diritto a una invalidità, o quanto meno un riconoscimento di invalidità ai fini del mio lavoro, tipo avere la 104, oppure ridimensionamenti di ruoli, ect.
La ringrazio se potrà rispondere a queste mie domande: mi creda, sono molto demoralizzata e non so neanche a cosa posso avere diritto.
cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Gilberto Marcello Boschiroli

24% attività
8% attualità
8% socialità
CINISELLO BALSAMO (MI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Buon giorno signora Livornese,
il reparto ortofrutta nella grande distribuzione è spesso uno dei più faticosi e impegnativi per la movimentazione manuale di carichi rilevanti nelle operazioni di allestimento e rifornimento dei banchi vendita. E' quindi molto probabile che alcuni compiti previsti dalla Sua mansione non siano compatibili con il Suo stato di salute.
Deve rivolgersi al medico competente del supermercato, richiedendo una vista medica all'ufficio del personale. Il medico del supermercato valuterà la compatibilità delle sue patologie con la Sua mansione e indicherà per iscritto eventuali limitazioni nelle attività lavorative che Lei non può svolgere, alle quali il direttore del punto vendita dovrà obbligatoriamente attenersi. Porti tutta la documentazione sanitaria in Suo possesso alla visita medica.
Per quanto riguarda l'Invalidità civile, l'esito in % dipende molto dalle commissioni territoriali che spesso esprimono, a parità di condizioni patologiche, giudizi con % di invalidità molto diverse.
Posso solo dirLe che considerate le patologie e la Sua età la percentuale non dovrebbe essere molto alta. Consideri che l'invalidità civile considera la ridotta capacità lavorativa generica e non quella specifica relativa alla Sua mansione, che deve essere valutata dal medico competente d'azienda.

Cordialmente,
Dr. Gilberto Marcello Boschiroli

[#2] dopo  
Utente 955XXX

la ringrazio infinitamente per la Sua esauriente risposta.
farò come lei mi ha consigliato.
Cordiali saluti