Utente 384XXX
Gent.mi dottori,

da tempo lamento dolori muscolo-articolari, continui colpi di tosse e pressione alta. Il mio medico di base mi ha consigliato di eseguire le seguenti analisi per sospetta fibromialgia.

Analisi del sangue:
Nella norma ad eccezione dell'esterasi leucocitaria risultata 500 microl. (riferimento 25) e eseme A.N.A. test qualitativo positivo risultato 1:80 NUCLEOLARE. in attesa di accertamenti.

Prima visita Cardiologica:
Ipertensione arteriosa conclamata, accertamento cardiologico con riscontro di isolata PAPs 42 mmHg alterato rilasciamento diastolico ventricolare.

Visita Reumatologica:
Sospetta connettivite, successivamente è stata eseguita una capillaroscopia, riporto il referto sotto.

Referto Capillaroscopia:
Pettine capillare organizzato, costituito da anse normali per numero, dimensioni e morfologia. Numerose anse dilatate. Non Franchi megacapillari.
Quadro Borderline meritevole di controllo annuale.

I referti riportati sono compatibili con la fibromialgia? In caso contrario, di cosa potrebbe trattarsi? Sono necessarie altre analisi?

I valori A.N.A e PAPs nel mio caso cosa rilevano? E il referto della capillaroscopia come andrebbe interpretato nel mio caso?

Seguiranno altri referti

Grazie per il supporto

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gentile utente mi sembra che nel suo caso la eventuale conferma di una diagnosi di Fibromialgia non possa che essere in associazione con una condizione di cardiopatia ipertensiva e una condizione di sospetta malattia del connettivo. Per questi motivi è necessaria la valutazione di uno specialista in cardiologia unitamente alla riconsiderazione di un reumatologo in grado di valutare la possibile condizione di coesistenza di due diverse malattie reumatiche. Cordiali saluti.
Mauro Granata