Utente 296XXX
Gentili Dottori,

Sono in corso di aggravamento di invalidità civile, il prossimo Venerdì 10 Giugno, ho la convocazione davanti alla commissione, mi fu ricosciuto il 50% per rettocolite ulcerosa e disturbo borderline della personalità.

Nell'arco di questo ultimo anno però, oltre ad essere peggiorato il disturbo della personalità (documentato dalla psichiatra) mi è stato diagnosticato anche un ipoparatiroidismo post-operatorio e un tremore essenziale/secondario.

Volevo chiedervi se ci sono gli estremi per aver diritto ad un punteggio maggiore, faccio presente che il tremore, specialmente al mattino e alla sera, mi rende quasi impossibile fare le cose più banali, tipo bere una tazzina di caffè, oppure mangiare una minestra.

Attualmente sto assumendo tanti psicofarmaci, avendo da circa tre mesi un'insonnia persistente che non migliorava neanche con l'aumento del dosaggio dei neurolettici, il neurologo mi ha consigliato di ritornare ai miei 5mg di sempre, anche perché aumenta il tremore con dosaggi più alti.

Sono stata in visita dalla psichiatra, la quale ha convenuto anche lei che era giusto diminuire il dosaggio, mi ha però inserito due farmaci in più, il neurologo mi aveva prescritto anche Inderal 40mg per il tremore, ma io soffro di ipotensione, spesso la minima non arriva a 60 e la massima si aggira sempre intorno ai 90, raramente arriva 100, quindi il mio medico curante mi ha sconsigliato i betabloccanti, gli unici farmaci alternativi che hanno una risposta positiva al tremore sono le benzodiazepine (EN 1 mg cp)

Ovviamente non posso abusarne dal momento che nel tempo provocano dipendenza, e che quindi non possono considerarsi una soluzione a lungo termine.

Vi ringrazio in anticipo per la vostra attenzione, e colgo l'occasione per porgervi i miei più cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

bisognerebbe leggere le certificazioni ed effettuare una visita per poter esprimere una valutazione percentuale, il 50% mi sembra equo.

cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 296XXX

Gentile Dr. Maurizio Golia,

Ho appena passato la visita in commissione, avevo tutte le documentazioni mediche, che rispetto alla prima richiesta di invalidità, sono molto cambiate, adesso non riesco neanche a mangiare una minestra senza buttarmela addosso dal tremore, e il medico della commissione ha visto con i suoi occhi il mio tremore.

Per quanto riguarda l'ipoparatiroismo ho dei seri problemi nel mantenere il calcio su valori accettabili, in quanto, soffrendo di RCU il Calcio carbonato non lo tollero a livello intestinale.

L'endocrinologo me lo aveva tolto inserendo nella dieta un bicchiere di latte senza lattosio e uno yogurt al giorno, ma gli ultimi esami hanno evidenziato che il valore del calcio si stava di nuovo abbassando.

Il mio medico curante mi ha consigliato una bustina di Calcio carbonato a giorni alterni, per vedere se si ripristinava la situazione.

La situazione psichiatrica è notevolmente peggiorata (documentato dalla psichiatra) che tra l'altro ho trovato con mia grande sorpresa in commissione, si è verificata un'insonnia farmaco resistente, e la terapia che faccio è molto pesante:

Citalopram 20mg 1 cp al mattino
Gapapentin 300 1 cp x 2 volte al giono
Gapapentin 100 1 cp dopo pranzo
Depakin 1000 1 bustina alla sera
Olanzapina 5mg 1 cp alla sera
Rivotril 5gc x 2 volte al giorno (dose da aumentare nel caso il tremore non passasse)
Mesavancol 1200mg 2 cp x 2 volte al giorno
Trittico 50mg 1 cp alla sera.

In più, la Fibromialgia mi riduce notevolmente la mia capacità lavorativa, dato che lavoro in un magazzino.

Secondo il mio modesto parere il 50% non è propriamente equo.

La ringrazio per sua gentile risposta

Un cordiale saluto