Utente 280XXX
il certificato di aggravamento invalidità può essere telematicamente trasmesso dall'ambulatorio medicina del lavoro?
so che il medico di base che + di ogni altro mi conosce e sa le mie cure che passano esclusivamente da lui è primario e logico punto riferimento quanto primario ospedaliero ma vi ravvedo questione ideale.
al mio medico di base devo compenso privato e ciò infastidisce in fatto di invalidità ossia io voglio dipendere esclusivamente dal pubblico come è giusto che sia. altrettanto giusto pagare compenso al medico base previsto da tariffario perché per quanto imparziale il mio medico non deve lavorare gratis per me secondo equità. oltretutto io godo di rimborso fondo previdenza come dipendente ministeriale al 90 % e ben venga andare dal medico di base evitando viaggio fino in clinica.
non so se ho reso idea del mio ideale: a parità di spesa che io non sopporto per rimborso ministeriale che tanti vorrebbero, mi pongo problema della massima imparzialità a fronte di invalidità che spesso è mal vista. 'l'hai messa giù dura col medico, dì la verità....' ' le commissioni si fanno corrompere'.....sono le frasi tipiche che l'invalido si sente dire, ma io voglio dimostrare che l'aggravamento mi è stato dato da chi non potevo né corrompere né quanto meno infastidire rompendo l'anima quotidianamente.
per un 'invalido è molto importante perché invalidità è sinonimo di incomprensione e abbandono sociale. i primi a non capirmi sono i miei genitori unici parenti che ho al mondo, gli amici mi hanno abbandonato per il mio violento cardiopalmo dimostrato da plurimi esami medici. l'imparzialità è importantissima per un invalido, si consideri che il fondo di previdenza mi rimborsa pure viaggio in clinica lavoro oltre 50 km. e per chi ha cardiopalmo non è gradevole viaggiare oltre 50 km vs clinica nazionale del lavoro. e penso di poterne fare il nome, ossia clinica luigi devoto di milano che qualcuno dice essere prima clinica lavoro al mondo.
quali medici sono abilitati alla trasmissione certificato invalidità/aggravamento? abito in provincia di v....., ivi passai quando mi diedero il primo parere di invalidità ed ivi mi dicono che mi trasmettono relativo certificato se e solo se sono loro stessi a darmi relativo parere. rimarrebbe anche il fatto che il ticket costerebbe meno del compenso privato al medico di base a fronte di spesa che è tutt'altro che di diletto.
non so se ho reso bene il problema e quesito.
lavorando posso adire ragionevolmente a medico lavoro che non potrebbe certificare per casalinga o disoccupato. in tutto rispetto per il compenso richiesto dal medico base e a lui dovuto come ogni lavoratore che merita rispetto.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

ho già risposto in altro quesito,. La procedura prevede questo percorso e solo i medici abilitati possono presentare la domanda e per questo è prevista una minima parcella.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona