Utente
Buongiorno,
faccio una breve descrizione dell'accaduto: ieri pomeriggio (quindi circa 20 ore fa) ho pennellato delle travi di legno con un prodotto antitarlo senza usare protezioni specifiche in una cantina non molto arieggiata, ma piuttosto ampia.
L'operazione sarà durata al massimo un'ora.
Con la testa ero piuttosto vicina alle travi per poter passare il pennello.
Mi è caduta qualche goccia sulla pelle, ma ho subito sciacquato con acqua.
Una goccia mi è anche caduta sul labbro e anche lì ho sciacquato senza ingerire.
Mi sono limitata a sciacquature di pochi secondi, ma al termine ho fatto una doccia completa e messo in lavatrice vestite e scarpe usate.
Inizialmente non avevo sintomi (mi ha ingannato anche il fatto che l'antitarlo fosse "inodore"), poi ho cominciato ad avvertire bruciore alla lingua, in bocca, in gola e nello sterno, con qualche punta di nausea e di bruciore anche al torace.
Ho contattato la guardia medica che mi ha consigliato di sentire il Centro Antiveleni.
Un addetto di uno dei centri, da me contattato, mi ha fatto qualche domanda generica su sintomi ed esposizione al prodotto usato (non mi hanno chiesto scheda tecnica e sostanze presenti nell'antitarlo) e mi ha rassicurato sul fatto che non ci sarebbero state conseguenze.
In ogni caso ho fatto fatica ad addormentarmi per il senso di bruciore.
Anche stamattina avverto irritazione in bocca e, talvolta, al torace, anche se in maniera ridotta rispetto a ieri, mentre i sintomi principali sono più che altro debolezza, senso di pesantezza e intorpidimento muscolare.
Alterno momenti in cui sembro stare meglio ad altri in cui i sintomi ritornano a farsi sentire.
Aggiungo che sto assumendo Augmentin (per altro motivo) in questi giorni e che la cura finirà tra 6 giorni.
Il prodotto che ho, purtroppo, inalato, contiene IPBC, Propiconazolo e Permetrina, che da quello che ho capito, sono sostanze comunemente usate come insetticidi e fungicidi.

Da quello che ho capito, non devo fare altro che aspettare che mi passi, ma quello che chiedo è: di solito quanto tempo ci vuole per una remissione dei sintomi?
Giorni?
Settimane?
C'è qualcosa che posso fare per stare meglio?
Ci potrebbero essere conseguenze a lungo termine per un'esposizione occasionale del genere (non sono esposta nella vita e nel lavoro a tali sostanze)?

Ringrazio anticipatamente per la gentile risposta.

[#1]  
Dr. Domenico Spinoso

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
SAN DANIELE DEL FRIULI (UD)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
mi sento di tranquillizzarla per i suoi temuti effetti a lungo termine in quanto i tempi e l'entità dell'esposizione è stata, come lei riferisce, non significativa.
Circa la durata degli effetti acuti correlati alla reazione infiammatoria delle mucose, questa è variabile in relazione, anche in questo caso, a quanti vapori ha inalato, se c'è stato un contatto diretto e infine la sua specifica sensibilità. Detto questo ritengo che nell'arco di alcuni giorni i sintomi dovrebbero risolversi.
Cordiali saluti
Dr. Domenico Spinoso
Medico del Lavoro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto per la risposta, che, arrivata in tempi brevissimi, contribuisce a rassicurarmi molto riguardo al problema che ho descritto.
Di certo non dimenticherò questa disavventura e, se avrò ancora necessità di maneggiare prodotti potenzialmente tossici, presterò la massima attenzione nel proteggermi adeguatamente.
Le invio i miei più cordiali saluti