Utente 127XXX
Salve, sono un ragazzo di 26 anni. Sono uno sportivo ed ho sempre effettuato tutte le visite per avere l'idonietà agonistica senza mai alcun problema di nessun genere. Il mio sport è il calcio a livello semiprofessionistico. Circa due mesi fa(fine giugno), dopo circa 2 mesi e mezzo di inattività fisica in quanto il campionato era finito ad aprile, ho deciso di farmi un allenamento in bici da corsa in un orario abbastanza caldo. Ho pedalato per diversi km in pianura e poi ho terminato lo sforzo in circa 3km di salita. Appena arrivato dopo essermi fermato repentinamente ho cominciato ad avere dei problemi di affaticamantodi respirazione, per poi aver perdita di forzze e campo visivo offuscato. Non ho perso la coscienza e la pressione misurava 60 su 40. Il quadro clinico è durato per circa un 20 minuti stando in posizione supina, successivamente mi sono ripreso e tutto è tornato alla normalità apparente.
Da quell'episodio ho cominciato ad avere disturbi: senzo di appannamento e giramento di testa, stanchezza, mal di schiena nella parte medio-bassa, qualcosa non andava più come prima e soprattutto la comparsa di un'extrasistole che non avevo mai visto ed avvertito. Cosi ho fatto un elettrocardiogramma ed ecocardiogramma, ma il tutto nella norma, pertanto ho fatto un olter nelle 24 ore. Li mi sono comparsi battiti ectopici ventricolari e 1 run di tv non sostenuta. Così ci siamo indirizzati sul cuore. Nel frattempo i disturbi aumentavano, oltre alla stanchezza e al senso di annebbiamento cominciavo ad avere dolore forte alla parte medio bassa della schiena e forte pressione allo sterno e senzo di svenimento dopo lo sforzo fisico, tanto che dovevo sempre distendermi nonostante lo sforzo era lieve. Mi hanno ricoverato e tutti gli esami sanguigni erano nella norma tranne una presunta iperprolattinemia, esami cardiologici come eco,elettro nella norma e anche la ripetizione del holter nella norma. Così ho fatto una prova da sforzo con il cardiologo e mi ha detto tutto ok, aparte che dopo il defaticamento al fermarmi ho avuto sempre quel senso di mancamento con abbassamento della pressione e mi sono dovuto sbraiare per riprendermi. Infine per completare gli studi cardiaci mi hanno fatto lo studio elettrofisiologico(dicendo che andava bene) e il tiltin-test che dopo l’assunzione di un farmaco si è rivelato positivo. Da qui mi hanno detto di soffrire di crisi vasovagali. Ho continuato a fare altri esami in merito all’iperprolattinemia e da risonanza magnetica al cervello è venuto fuori un microadenoma all’ipofisi, ma dopo aver effettuato la prova della iperprolattina con tre prelievi a distanza di 30 minuti l’endocrinologo mi ha detto che non si tratta di iperprolattinemia e il microadenoma non ha alcun senzo. Altri due valori leggermente alterati che si sono riscontrati sono stati il testosterone libero un po’ basso ma facendo il testosterone totale era nella norma e il cortisolo leggermente alto, ma ripetendolo era anche questo nella norma. Oltre tutti questi esami ho effettuato anche ecografia al collo e alla tiroide con relativi ormoni e anticorpi nella norma, ecografia agli organi interni nella norma e tac addome nella norma.
Adesso non so più a chi rivolgermi, giornalmente soffro sempre degli stessi disturbi, ovvero mal di testa con senzo di innalzamento di temperatura(con il termometro si rileva un aumento di temperatura corporea ma non supera mai i 36.9) mal di schiena all’altezza medio-bassa, avverto le extrasistoli e a volte o anche dolori all’addome. Avverto delle sensazioni strane al livello dei testicoli e ho molta spossatezza.Nei momenti più acuti dei fastidi devo per forza distendermi a letto e urino molto(a volte anche 4-5 volte abbondante come quantità a distanza di circa 10 minuti da ognuna). Può essere solo il nervo vago a far ciò? A chi rivolgermi?
Grazie mille per l’aiuto.

[#1]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Quanto fatto è apparentemente completo. E' strano che uno sforzo (anche se errato come modalità e intensità: dopo 2 mesi di inattività probabilmente avrebbe dovuto effettuare una ripresa graduale ...) abbia scatenato tante problematiche.
Il cardiologo e l'endocrinologo (apparentemente questi sono gli specialisti interessati) cosa le hanno consigliato?
Dopo aver acoltato le loro indicazioni, può provare a riprendere l'attività con estrema gradualità per verifiocare la risposta del suo organismo.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#2] dopo  
Utente 127XXX

Grazie per la risposta.
Il cardiologo e l'endocrinologo mi hanno detto che per quanto riguarda le loro pertinenze è tutto ok.
L'unica cosa che mi ha riscontrato il cardiologo sono crisi vasovagali, ma per quanto mi riguarda non sono crisi ma problemi che ho giornalmente.
Ho provato con una ripresa graduale ma qualcosa non va, soprattutto nella fase di recupero i tempi sono molto lunghi. Comunque sento molta stanchezza anche in condizioni normali.
Non c'è un centro che studia il nervovago con le sue problematiche?
La ringrazio anticipatamente, buona giornata.

[#3]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
E' certo che non ci sia un problema psicologico? Ansia, crisi di panico ...
Perchè non si rivolge ad uno psicologo dello sport per una valutazione e poi, se necessario, per seguire un allenamento adatto a migliorare la gestione dello stress?
Se realmente è tutto a posto, non dovrebbe avere i sintomi che riferisce, come tra l'altro è stato per anni, fino al primo episodio ... a proprosito ma chi le ha misurato la pressione in quell'occasione?
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#4] dopo  
Utente 127XXX

La ringrazio molto per la sua risposta.
La pressione mi è stata misurata da un infermiere che abita nel posto in cui mi son sentito male la prima volta.
Forse a volte in questo lungo periodo un pò di panico è subentrato, ma i disturbi sono gli stessi che ho avuto dal giorno del malessere quando ancora non avevo messo a duro stress il mio fisico, quindi non so in che percentuale possano incidere.
Cmq da due giorni ho ripreso una leggera attività fisica e vedo che durante lo sforzo (nonostante lieve) un pò soffrò e quando finisco l'attività ho bisogno di sedermi per la stanchezza e avverto un senso di malessere generale e molta spossatezza con un leggero senso di intontimento. Infatti mi son dovuto mettere a letto e riposare qualche oretta prima di recuperare un tantino.