Utente cancellato
Gentili Dottori,
sono un ragazzo di 29 anni, altezza 1.73 peso 75 kg. Pratico ciclismo (su strada e in MTB) e podismo da qualche tempo. In seguito a una caduta dalla bici ho riportato nel mese di novembre 2008 3 microfratture alle vertebre D5 D6 D11 ormai perfettamente consolidate tanto che ho ripreso dal mese di maggio 2009 regolare attività fisica quasi quotidiana nei suddetti sport senza nessun problema (ovviamente dopo cicli di fisioterapia). Attualmente ho aggiunto qualche ora di nuoto al mese.
Volevo sapere se questa cosa porta a un parere negativo per quanto riguarda l'idoneità alle attività agonistiche di podismo e ciclismo (il certificato mi serve per partecipare a qualche manifestazione senza velleità particolari).

grazie

[#1]  
Dr. Carlo De Michele

24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Una volta guarito non credo che ci siano problemi per l'idoneità agonistica. Comunque il Medico dello Sport a cui si rivolgerà valuterà correttamente la sua situazione.
Cordiali saluti
dr. Carlo de Michele
Medico Internista
Spec in Medicina dello Sport
Medicina Manuale Osteopatica

[#2]  
124310

Cancellato nel 2010
Non c'entra il fatto che l'attività sportiva svolta non sia di livello professionistico. Quella è una convinzione che bisogna assolutamente togliersi. Ma in questo caso non si sono problemi nel concedere l'idoneità.