Utente 142XXX
Salve, a fine giugno 2009 ho subito una distorsione alla caviglia sinistra. Il giorno successivo al pronto soccorso mi hanno prescritto 10 giorni di immobilità ed un tutore. Il 3/7/09 ho effettuato la prima RNM: alterazione di spessore e segnale del legamento PAA [...]. E' seguita una visita specialistica con prescrizione di altri 15 giorni di stop più seguente fisioterapia: 10 sedute elettrostimolazioni muscolo peroneale sx, rieducazione tibio tarsica semplice e complessa, massaggi. E' seguito un altro ciclo di 10 sedute identico al primo.La caviglia sembrava andare meglio e dopo circa tre mesi dall'infortunio (di cui quasi 2 con il tutore) ho ripreso a correre, ma dopo poco il dolore mi ha costretto a fermarmi di nuovo. Altra RNM il 6/11/09: esiti di interessamento traumatico distorsivo di alto grado del complesso legamentoso laterale,con aspetto slargato e disomogeneo del legamento PAA,per verosimile lesione parziale, e del legamento P-calcaneare [...].Seguita da altra visita ortopedica e prescrizione di 1 mese di stop e fisioterapia: 10 sedute di diadinamica,jonoforesi e ultrasuoni. Ad oggi (4/12/09) non ho ancora ripreso l'attività sportiva, il dolore a risposo è scomparso ma i movimenti laterali della caviglia provocano dolore e la stabilità non è più la stessa. Il gonfiore invece non è mai scomparso del tutto. Vorrei ricominciare quantomeno a correre. E' possibile o rischio di dovermi fermare di nuovo? Altrimenti quale sarebbe la strada da percorrere? Grazie per l'attenzione.

[#1]  
124310

Cancellato nel 2010
Il legamento PAA si rompe nel 99,9% delle distorsioni di caviglia. Fortunatamente è un legamento che va incontro a spontanea riparazione in una elevato numero di casi. La sintomatologia che lamenta sembra riferibile a sindrome algodistrofica, tipica di traumi distorsivi della caviglia trattati in modo non efficace. Sulla terapia prescritta (ionoforesi, ecc. ecc.) sappia che ha solo fatto beneficenza al fisioterapista...