Utente 836XXX
ho 29 anni, mi sono sottoposto pochi giorni fa a RMN al ginocchio sx. l'esito è il seguente: fissurazione obliqua incompleta di tipo 2 corno posteriore menisco mediale.

preciso che ho sempre giocato a calcio, dapprima a 11, da qualche anno a 5. non ho subito traumi particolari al ginocchio in questione ma è da circa 8-9 mesi che percepisco questo fastidio localizzato nella parte centrale anteriore (sensibile anche al tatto). a mio parere (da profano), stante l'assenza di traumi diretti, ipotizzo un'usura progressiva dovuta al fatto che circa 4 anni fa ho subito una brutta distorsione alla caviglia destra (la caviglia è ancora oggi debole e sono soggetto spesso a lievi distorsioni), con conseguente "carico" eccessivo (anche inconsciamente) sul ginocchio sinistro. aggiungo che in ogni caso il leggero dolore al ginocchio non mi ha impedito di svolgere l'attività sportiva, anche se, ovviamente, mi limita (con conseguente necessità di ghiaccio durante e dopo l'attività stessa). anche a riposo alcuni movimenti (piegamenti) mi fanno percepire un leggero fastidio.

in conclusione, vorrei semplicemente una "traduzione" del risultato della risonanza e quali sono i rimedi.
ho quasi 30 anni, penso che in ogni caso smetterò ben presto di giocare a livelli agonistici. mi limiterò a qualche partitella con gli amici, quindi vorrei capire se c'è il pericolo che la situazione possa degenerare...

grazie in anticipo
distinti saluti

[#1]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Se il menisco mediale è lesionato e causa dolore, la terapia è chirurgica. Può provare con una terapia anti-infiammatoria, fisioterapia e rinforzo muscolare ma non le garantisco il risultato.
E in ogni caso la terapia deve essere prescritta dallo specialista.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#2] dopo  
Utente 836XXX

ringrazio il Dott. Lupo per la risposta.

aggiungo che oggi sono andato a fare una visita al ginocchio. all'esito, considerato anche che il dolore è localizzato solo nella zona centrale anteriore (rotula), il medico affermava che non è un problema di menisco, ma più probabilmente di tendine rotuleo!! a quanto ho capito, in casi di meniscopatia come quella che risulta dalla risonanza, il dolore dovrebbe localizzarsi in una zona diversa...

sono decisamente confuso.

grazie, distinti saluti

[#3]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Avevo scritto "... Se il menisco mediale è lesionato e causa dolore, la terapia è chirurgica ...", ma se il collega non ha riscontrato la sintomatologia tipica, probabilmente la lesione evidenziata non è tale da causare la sintomatologia dolorosa.
Tra l'altro la risonanza può dare sia falsi positivi che falsi negativi ...
Segua le indicazioni dello specialista e, ovviamente, lo tenga informato dei risultati: se la dignosi è corretta vedrà che la sintomatologia passerà.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#4] dopo  
Utente 836XXX

per ora mi ha consigliato di applicare in un modo particolare un cerotto intorno alla rotula quando devo praticare l'attività sportiva e fargli poi sapere se noto un miglioramento.

se si trattasse di un problema al tendine rotuleo (anche se l'esito della risonanza lo escludeva espressamente!) può essere utile la terapia con laser?

l'eventualità di un'infiammazione al tendine l'avevo ipotizzata io stesso tempo fa. mi ero però ricreduto perchè, dopo essere stato totalmente fermo per 3 mesi quest'estate per motivi di studio, appena ho ripreso l'attività a settembre il dolore si è ripresentato tale e quale.

La ringrazio nuovamente.

[#5]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Il riposo, se non si eliminano le cause della patologia, non fa guarire la patologia stessa.
E come detto, la terapia non può essere data a distanza: per le indfiammazioni va bene laser, tecar, ipertermia, ionoforesi, ultrasuoni ... ma la scelta deve essere fatta sulla base della clinica.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com