Utente 153XXX
gentilissimi signori,ho 22 anni e gioco a calcio a livello dilettantistico...a dicembre dopo aver fatto una risonanza dove mi è stata diagnosticata una lesione parziale del corno posteriore del menisco interno mi sono operato presso una clinica della mia zona,operazione che secondo il medico è perfettamente riuscita...dopo aver fatto un mese abbondante di fisioterapia ho ripreso gli allenamenti,ma dopo appena 10 giorni il ginocchio ha cominciato a farmi male e ritornato a visita dal medico che mi ha operato questo mi ha prescritto degli antiinfiammatori dicendo che mi si era infiammata la ferita dove era entrato con l'artroscopia...fatto sta che una volta finita la cura dopo qualche allenamento il dolore al ginocchio è ricomparso e cosi ho deciso di fare una ulteriore risonanza il cui esito è stato il seguente 'usura della cartilagine articolare delle superfici articolari femoro-rotuleo e specie femoro tibiale ipointensità in t1 ed iperintensità in STIR per l'edema midollare da contusione ossea,disomogeneità di segnale a carico del menisco mediale compatibile con lesione degenerativa.regolari i crociati ed i collaterali,minima raccolta fluida nei recessi condiloidei e retropatellare'..tornato dal medico dell'operazione con questa risonanza mi ha detto che il dolore è causato dalla contusione ossea e che ci vuole solo pazienza e tempo affinche si riassorba l'edema e che dopo qualche seduta di magnetoterapia avrei potuto riprendere gli allenamenti..ma ahimè dopo la magneto e qualche settimana di riposo il dolore non appena faccio qualche giorno di allenamento riappare inesorabilmente..ora vi chiedo,è possibile che il dolore derivi solo ed esclusivamente dalla contusione ossea??e se si qual'è la migliore terapia??calcolando che ora sono fermo da quasi 50 giorni e che non appena faccio 2-3 giorni di corsetta poi stento a camminare quasi,soprattutto in salita e quando vado a risalire dopo che mi abbasso sul ginocchio operato,può essere che mi tocchi andare di nuovo sotto i ferri??spero di aver presto una vostra opinione

[#1]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Il problema, a mio parere, è che dopo un intervento di meniscectomia dovrebbe essere effettuata una terapia corretta e poi una adeguata riabilitazione e non riprendere con "corsette" o altri tipi di attività.
Credo quindi sia opportuno definire (a questo punto con un altro specialista, magari in medicina dello sport) una corretta terapia (fisioterapia, terapia anti-infiammatoria ...), una idonea riabilitazione funzionale (chinesi, ginnastica propriocettiva) e poi un adeguato rinforzo della muscolatura. Il tutto sotto la guida dello specialista e del fisioterapista.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com