Utente 160XXX
Salve.
Da un mese e una settimana accuso un dolore prevalentemente localizzato nella zona sub-scapolare destra.
Il dolore si è manifestato dal giorno seguente a uno sforzo ginnico, dopo una sessione di distensioni su panca declinata con peso vicino al mio massimale: nello specifico la sessione prevedeva 10 serie da 3 ripetizioni .
L'esercizio, scanso dubbi, è questo:
http://kbierek.powweb.com/shapefit-pics/chest-exercises-decline-barbell-bench-press.gif

Durante l'esecuzione non ho provato dolore o debolezze, ma ho avvertito uno sforzo inusuale nell'area della spalla-scapola destra.

Da allora ho interrotto l'allenamento, ma, seppur con diversa intensità, il dolore non mi ha più abbandonato.

Preciso che:

- il dolore non si manifesta col movimento: inoltre l'arco articolare non risulta compromesso;

- i vari tests di movimento, di cui non conosco il nome, ma che riconosco in queste immagini:

http://www.aafp.org/afp/20000515/3079.html

applicati dai fisiatra non hanno evidenziato perdite di forza o causato dolore;

- non c'è un movimento preciso che generi il dolore: è anzi solito manifestarsi durante i momenti di pausa, ad esempio mentre sono seduto al pc; tuttavia la digitopressione in loco risulta assai dolorosa;

- svolgo un lavoro di concetto, quindi l'articolazione, eccezion fatta gli allenamenti, non è soggetta a sforzi fuori dall'ordinario;

- la mia attività ginnica non è agonistica, pur svolgendola con regolarità senza incidenti da più di 3 anni;

- non ho mai subito interventi o lesioni nella zona dolorante;

- il dolore in principio si è manifestato anche sul braccio, lungo il trapezio e il collo, e sull'acromion, mentre ora si è localizzato nella zona subscapolare; nel link che segue ho provato a indicare graficamente con un punto nero dove il dolore attualmente si colloca:

http://img38.imageshack.us/img38/4235/dolorespalla.jpg


Ho effettuato due visite fisiatriche: in seguito alle indicazioni del medico ho quindi assunto del Dicloreum e applicato del Pennsaid.

Attualmente, sempre su prescrizione medica, sto applicando dell'Algonerv.

Ho effettuato una rx e un'ecografia: "non sono state rilevate lesioni osteo-articolari" o "rilevabili alterazioni delle strutture tendinee ed articolari della spalla, nei vari compartimenti".

In attesa di poter effettuare una RNM, che avverrà a fine luglio, chiedo lumi, in quanto al momento chi mi ha seguito non ha maturato un'idea sul mio problema, e il dolore spesso rende difficile concentrarsi sul lavoro.

Ringrazio anticipatamente chi vorrà e potrà fornirmi qualche consiglio.

[#1] dopo  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Non è possibile dare indicazioni a distanza (del resto non è stato in grado di farlo neanche il medico con visita ed esami ...).
Probabilmente si tratta al momento di una problematica posturale, scatenata dall'esercizio ma già presente.
Mi chiedo perchè uno sportivo si rivolge al fisiatra e non allo specialista in medicina dello sport per una diagnosi?
Le consiglio di effettuare qualche seduta di ginnastica posturale individuale e, comunque, rivolgersi al medico dello sport per le indicazioni necessarie.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#2] dopo  
Utente 160XXX

La ringrazio per la sua risposta dott. Lupo.

Per quanto riguarda il suo quesito, è presto detto: perché nel luogo dove risiedo i tempi di attesa per poter effettuare una visita hanno fatto sì che fossi costretto a ripiegare, almeno in prima istanza, su una visita fisiatrica, in attesa di poter essere accolto anche da ulteriori specialisti.

Naturalmente, optando per una visita privata non dovrei attendere tanto, ma le mie risorse non mi consentono tale via.

[#3] dopo  
Utente 160XXX

Salve.

Grazie a circostanze fortuite è stato possibile effettuare la RNM ante tempo.

Ecco quanto dice il referto:

L'esame R.M. della spalla Dx. è stato eseguito con tecnica di acquisizione Fast Spin-Echo ad echi multipli e con sequenze FAT SAT secondo piani assiali ed obliqui coronali e sagittali.

Non versamento patologico endoarticolare.

Lieve riduzione in ampiezza della borsa subacromion-deltoidea secondaria ad irregolarità ed ipertrofia dei capi articolari acromion-claveari e presenza di fenomeni degenerativi del tendine del muscolo sovraspinato che poco dopo dell'inserzione (a circa 6 mm.) presenta un focolaio di alterato segnale con riduzione delle fibre di circa 5-6 mm.

Nella norma il capo lungo del bicipite.


Ringrazio fin d'ora chi, in attesa che possa sottoporre il referto a uno specialista di persona, potrà gettare un po' di luce sui diversi tecnicismi in esso presenti.

[#4] dopo  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Purtroppo un referto, anche se spiegato nei suoi significati, non permette una diagnosi e la conseguente indicazione di terapia.
A tal proposito il referto evidenzia alterazioni dell'articolazione aacromion-claveare e una lesione parziale del tendine del sovraspinoso ... ma il tutto va inquadrato nella clinica per potere indicare prognosi e terapia.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#5] dopo  
Utente 160XXX

Capisco. La ringrazio comunque.