Utente cancellato
Dopo 7 giorni di febbre, mal di gola e linfoghiandole del collo gonfie fino all'inverosimile, mi sono deciso a fare analisi del sangue accurate per capire cosa avevo.

Oggi ho ritirato il monotest (insieme all'analisi dell'emocromo) per la mononucleosi e è risultato POSITIVO


Ho la mononucleosi.


Oltre a questa malattia infettiva ho anche i valori del fegato completamente sballati:
(leggo)
TRANSAMINASI GOT= 218 (normale è da 10 a 37)
TRANSAMINASI GPT 294 (normale è da 5 a 41)
PIASTRINE 98.000 (normale da 150.000 in poi)
poi GRANULOCITI LINFOCITI E MONOCITI fuori dai parametri anche (nn ricordo di qnt)



Il mio medico curante, leggendoglieli al telefono, mi ha detto che oltre ad avere la mononucleosi ho anche una sorta di epatite al fegato (visti i risultati delle analisi)...

Sono un atleta, soprattutto corro e faccio attrezzi. Ho febbre da 7 giorni (quindi la mononucleosi penso).



Le mie domande sono le seguenti:
-quando potrò tornare a uscire semplicemente di casa per fare una cena per esempio?
-quando potrò tornare a fare tutti gli sforzi fisici che ho sempre fatto?
-l'aver bevuto (causa insufficienza di soldi per acquistare una bottiglietta d'acqua...Che scandalo...)acqua corrente che usciva dalla bocchetta della doccia dello spogliatoio della palestra, può avermi causato tutto ciò?

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Utente, buongiorno. La sua mononucleosi non è stata contratta con l'acqua della doccia bensi con le solite modalità di trasmissione note per questa patologia. Lei non ha "anche" un'epatite ma è normale che i valori della funzionalità epatica siano così alterati. Così come sicuramente in una fase acuta della malattia anche la sua milza potrebbe essere particolarmente ingrossata motivo per cui lo sforzo fisico DEVE essere interrotto subito. Riposo assoluto. Se necessario il suo Medico potrebbe visitarla per valutarne le dimensioni o fare un'eco addome per valutare fegato e milza. Anche se coi tempi che corrono e le liste d'attesa rischia di fare l'eco quando tutto è già abbondantemente risolto. Ovviamente in questa fase e per i prossimi 30/45 giorni la dieta deve essere leggera, povera di grassi e soprattutto senza alcool. Può mangiare tutto il resto. Nuovo controllo dell'emocromo tra 15 gg insieme alla sua funzionalità epatica. Da valutare soprattutto quelle 98mila piastrine un po basse. Per la febbre e il mal di gola normale terapia sintomatica prescritta dal suo curante. Può ritornare in palestra quando e se la milza sarà ritornata a dimensioni normali. Comunque un riposo di almeno 4 settimane s'impone. Saluti.
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO