Utente 171XXX
Esame RM del bacini,eseguito su piani di scansione assiali e coronali,con acquisizione delle immagini attraverso sequenze pesate in SE T1 e FAST T2 con soppressione del segnale del tessuto adiposo.Modesto e disomogeneo infarcimento edematoso dell'osso trabecolare spongioso di entrambe le branche del pube,con lieve maggiore estensione a destra e con associata entesopatia flogistica dell'inserzione dei muscoli adduttori della coscia sulla branca ileopubica di entrambi i lati.Al momento attuale non si apprezzano borsiti sinoviali,raccolte fluide né grossolani depositi calcarei inserzionali.Nella norma l'inserzione dei muscoli retti addominali sul pube.I reperti descritti sono compatibili comunque con una pubalgia cronica bilaterale,con maggiore espressione a destra.In sede inguinale bilaterale si apprezzano numerosi linfonodi con massimo diametro longitudinale compreso fra i 10 e 20 mm circa,di verosimile natura flogistica reattiva.Nulla da segnalare a carico delle articolazioni avascolare né segni di sofferenza algodistrofica in entrambe le teste femorali.Assenza di versamento articolare.Nulla da segnalare a carico delle sincondrosi sacro-iliache;no si apprezzano lesioni ossee focali in tutti i segmenti scheletrici del bacino.
Questa è la mia diagnosi della pubalgia che mi tiene fermo da 4 mesi e ancora non sono guarito del tutto.Ho fatto varie terapie come l ipotermia,laser e 5 punture di depo-metrol localizzate(in 2 mesi).Ho riscontrato miglioramenti,in quanto l'infiammazione si è dimezzata ma nn scompare totalmente.cosa devo fare?L'intervento chirurgico puo essere una buona soluzione?La pubalgia mi rimane a vita?Per quanto ancora devo rimanere fermo?Volevo precisare che i primi sintomi lho avuti agosto del 2009 e ci ho giocato un campionato intero di calcio,in quanto dopo essendomi scaldato il fastido ero minimo e sentivo parecchio dolore dopo l'attività fisica.La RM l ho effettuata il 20-05-2010.aspetto una risposta ,grazie!

[#1] dopo  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTECATINI-TERME (PT)
FOLLONICA (GR)
PISTOIA (PT)
LUCCA (LU)
FAENZA (RA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile utente, la pubalgia è una situazione che andrebbe trattata al minimo segnale iniziale, perché può diventare, come nel suo caso, dura da vincere. Le consiglio innanzitutto riposo, cicli di tecarterapia locale, ginnastica posturale come la RPG Souchard o Mezieres, o comunque un lavoro di allungamento dei muscoli che si inseriscono sul pube in modo non aggressivo, progressivo e costante, un rinforzo della parte superiore del corpo, l'assunzione di integratori studiati per nutrire i tendini e le loro inserzioni sull'osso, e una buona dose di pazienza. I miei sono consigli generali, non posso dirle che sono mirati per lei perché il limite intrinseco di questi contatti a distanza. Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#2] dopo  
Utente 171XXX

Che integratori sono?cioe posso sapere come si chiamano??L'operazione chirurgica potrebbe essere un buon rimedio per nn avere piu problemi?
Se per esempio ho un'ernia inguinale,che esame posso far per scoprirlo?

[#3] dopo  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTECATINI-TERME (PT)
FOLLONICA (GR)
PISTOIA (PT)
LUCCA (LU)
FAENZA (RA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile utente, per gli integratori può chiedere tranquillamente al suo medico curante, ma non sono la soluzione, solo un aiuto, e ripeto che è un consiglio generale e non su misura per lei.. Solo uno specialista che la visiti può decidere per l'intervento, ma data la risposta RM il riposo è la prima cosa, anche da camminate o movimenti bruschi. Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it