Utente 179XXX
Egregi dottori, pochi giorni fa sono andato ad effettuare una visita dal medico del sport per avere l'idonietà sportiva agonistica che mi serve per poter allegare il documento stesso alla domanda di arruolamento nel esercito italiano e fin qui ci siamo. mo il dottore facendomi tutte le visite solo in una ha trovato diciamo un problema, cioe mi ha trovato leggermente il battito del cuore accellerato in quanto io mi sono messo sulla barella il dottore mi ha detto che io già partito con il battito al di sopra dei cento, il minimo era cento e due, e lui mi ha detto che non riusciva a prendere il battito sotto i cento, a questo punto a deciso di frami fare la prova da sforzo e con tutto questo per vedere il recupero ma niente. il minimo era sempre questo. mo al di fuori di queste cose lui mi aveva detto che non poteva darmi il documento perchè avevo riscontrato questo diciamo cosi "problema". Vorrei sapere una cosa perche il dottore ha avuto questa indecisone nel rilasciarmi il ceritificato di idonietà?? perchè poi lui mi ha dato da fare delle visite al di fuori cioè ecocardiogramma eco doppler, la prova da sforzo massimale e se nel caso che queste non andassero bene mi ha dato l'holter ecg di 24 ore con seduta di allenamento, mo vorrei sapere il perche di tutto questo?. Un ultima cosa il dottore poi mi ha detto che lui praticamente non poteva mandarmi con quei valori alle visite che mi sottoporranno per entrare nel ersercito, perchè mi ha detto che se io nel suo studio ero agitato figuriamoci quando andavo la! sincermanete io non capisco tutto questo allarmismo. adesso io al di fuori di tutto sono un po preoccupato perchè spero che i valori dal dottore dello sport che mi ha trovato non influiranno sulla decisione del distretto militare per decidere se farmi entrare o no. grazie tanto!.

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Russo

36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASORIA (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

La frequenza cardiaca normale di un soggetto sano a riposo oscilla tra i 60 ed i 100 bpm. Uno stato di agitazione (come l'effettuare una visita medica) può determinarne un aumento.

In caso di anomalie, anche lievi, riscontrate alla visita clinica medico-sportiva, è un comportamento corretto del Medico Sportivo, nell'interesse del paziente, indirizzarlo allo specialista Cardiologo per uno screening di base che consiste nel:
- Esami del sangue con funzionalità tiroidea
- Ecocardiogramma
- Test da sforzo al treadmill (tappeto rotante)
- ECG Holter 24h

Se tutti questi accertamenti risulteranno nella norma il collega non avrà nessuna difficoltà a rilasciarLe il certificato di idoneità.

Cordiali Saluti
Dr. Vincenzo Russo
Medico-Chirurgo
Specialista in Cardiologia