Utente 185XXX
Salve sono un uomo di 42 anni ho praticato assiduamente lo sport sin da bambino e fino a 1 settimana fà uscivo 3 volte a sett. a correre a piedi circa 15 km per uscita, e giocavo a tennis 2 volte o 3 alla settimana. nonostante che nel 2006 mi era stata riscontrata un ernia discale L5 S1 che mi provocava blocchi di schiena e dolore (solo d'inverno), ho appunto insistito a fare sport come descritto sopra. ora però dopo giorni di dolore ho rifatto una r.m. colonna lombo sacrale con questo risultato: Diametri canalari nei limiti della norma, A L4-L5 bulding discale con appoggio sul sacco durale e con modesta impegno intraforaminale a sinistra.
A L5-S1 ernia discale in sede paramediana- intraforaminale sn con appoggio sul sacco durale ed i fascio neurovascolare. Normalmente contenuti i restanti dischi intersomatici. Non alterazioni morfologico-strutturali del cono midollare e della cauda.
Ora ho appena iniziato una ciclo di cura con l'ozono terapia,il medico mi ha consigliato di non fare sport sino al termine della cura, e secondo lui non dovrei più correre e giocare a tennis, ma fare solo nuoto. Ho una passione sfrenata per il tennis e l'idea di non giocarci più mi demoralizza, secondo voi,la cura di ozono terapia è in grado di farmi guarire e riprendere a giocare? Davvero il nuoto (sport che io purtroppo non sopporto)mi può aiutare?
grazie molte

[#1] dopo  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTECATINI-TERME (PT)
FOLLONICA (GR)
PISTOIA (PT)
LUCCA (LU)
FAENZA (RA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile utente, sull'ozonoterapia ci sono pareri contrastanti, e il meccanismo d'azione dell'ozono non è neanche chiaro. Alcuni medici ne lodano le capacità quasi miracolose, altri ne riportano l'assoluta inefficacia. Il mio parere è che, prima di rivolgersi a un trattamento non convalidato scientificamente, debba farsi visitare da uno specialista chirurgo vertebrale per valutare se c'è indicazione chirurgica, visto che l'ernia c'è e a quanto ho capito le dà dolore. Per lo sport, solo lo specialista può valutare se continuare o no il tennis, certo è che non mi sembra molto consigliato dalla situazione. Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it