Utente 202XXX
Buongiorno,
Sono un ragazzo che pratica calcio.
La scorsa stagione sportiva, in seguito a numerosi infortuni muscolari nella zona del bicipite femorale destro, il mio fisioterapista mi consigliò di effettuare una ecografia in questa zona.

La risposta della ecografia in data 31-03-10 in riassunto è stata:
Calcificazione a carico del terzo superiore del capo mediale del bicipite dx, dimensioni 10x60mm in esiti distrattivi post traumatici.

Dopo un programma di tecar terapia e riabilitazione in palestra feci un altra ecografia in data 17-05-10 per vedere i risultati ma non risultò nessun miglioramento clinico.

Allora mi fu consigliato un ciclo con terapia ad onde d'urto, ed a sei mesi dalla ultima seduta il dottore mi disse di fare un ulteriore ecografia per verificare se la terapia era stata efficace.

Il 6-4-11 ho fatto l'ultima ecografia ma non è cambiato nulla dalla prima, tutte le terapie che ho fatto non hanno prodotto miglioramenti.
Per me adesso è impossibile giocare a calcio, non riesco ad allenarmi come gli altri e ogni volta che faccio uno scatto o calcio il pallone devo stare attento, ogni tanto ritorno a sentire delle fitte si riacutizza il dolore e sono obbligato a stare a riposo per diversi giorni.

Vorrei sapere una vostra opinione sulla mia situazione e quale secondo voi è una possibile soluzione per risolvere questo problema, se provare con altre terapie o con un intervento chirurgico.

Vi ringrazio per l'attenzione la disponibilità

[#1] dopo  
Dr. Luca Pace

24% attività
0% attualità
4% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2011
Buongiorno, se il trattamento con onde d'urto da lei praticato non è risultato efficace (forse a causa della profondità della calcificazione?) credo che sia utile un approfondimento con Tc o Rm della sede muscolare calcificata e una successiva visita chirurgica ortopedica per valutare,ove possibile,la rimozione della calcificazione.
Dr. Luca Pace

[#2] dopo  
Utente 202XXX

Buongiorno dottore, la ringrazio per la risposta.
sulla risposta della ecografia non è specificata se la calcificazione è in profondità.
Proverò a fare gli esami che mi ha consigliato.
Mi potrebbe spiegare come si svolge la rimozione chirurgica della calcificazione, quali sono i rischi dell intervento e quli sono i tempi di recupero?
La ringrazio di nuovo