Utente 184XXX
Salve,
sono un ragazzo di 26 anni e tra il 2001/2002 ho avuto moltissimi episodi di pneumotorace in entrambi i polmoni (prima uno e poi l'altro) e alla fine di quella lunga odissea nel 2002 ho subito 2 interventi di raschiamento in entrambi i polmoni (raschiamento della parete eliminando tutte le bolle che c'erano).
Nel polmone sinistro nella parte apicale alta mi era stata anche asportata una piccola parte di polmone)

Per quasi 8 anni non ho mai praticato nessun sport e allo stesso tempo per fortuna non ho avuto più episodi di pneumotorace.
Adesso la voglia di fare uno sport e' troppo forte e a questi lunghi anni passati a "riposo" vorrei dire stop.

Ho iniziato a correre in modo graduatorio da un mesetto e ieri per esempio ho corso 12 minuti continui senza problemi. 
La corsa e il running mi piace veramente molto e vorrei ottenere come primo grande obiettivo i 10KM in 60' (seguendo una tabella di allenamento di) se ne avrò le capacita.

Ma allo stesso tempo ho un grande dubbio anche se mi sento in forma e bene:

Con l'odissea passata 9/10 anni fa posso permettermi tranquillamente di fare attività come queste facendo una vita normale oppure sono di fronte ad alti rischi per i polmoni?

Dimenticavo, sono alto 1.70 e peso 50kg, oltre ai problemi passati ai polmoni ho un'ernia iatale da scivolamento diagnostica nel 2003 che "curo" a periodi alterni con Peptazol, durante la corsa ho una FC media di 180 e 80 a riposo, FC massima rilevata i primi giorni 195.

Cordiali saluti

[#1] dopo  
128794

Cancellato nel 2011
E' fondamentale che prima che lei si sottoponga a training sia stata esclusa la presenza di ulteriori bolle in grado di dare pneumotorace e che lei si sottoponga ad una valutazione medico sportiva inclusiva di ecocardiogramma e test da sforzo, eventualmente con consumo di ossigeno per la valutazione anche dei parametri ventilatori e degli scambi gassosi.
questo si ritiene necessario poichè cuore e polmoni sono un unico sistema integrato e richiedono una valutazione integrale.