Utente 656XXX
gentili dott
conto su di voi per una risposta ad una mia domanda che mi pongo da 1 anno a questa parte ma che mi tormenta da sempre mia figlia gioca a pallavolo dall' età di 5 anni ora ne ha 12 e quindi nell'agonistica questo sport le ha aperto le porte alla sua vita in quanto per lei è stata una salvezza nella sua sfortuna di essere affetta da sindrome di poland ossia mano piccola e mancanza del muscolo grande pettorale per fortuna questo fino ad oggi non le ha portato nessun problema perchè ha la completa funzionalità nella mano e forza nè ha da vendere però mi domando potrà un medico sportivo un giorno far svenire il suo sogno di giocare a pallavolo ad alti livelli?o il medico si basa sulla salute del soggetto (cuore,funzionalità respirratoria ecc...)grazie mille

[#1]  
Dr. Pasquale Bergamo

36% attività
4% attualità
12% socialità
SCALEA (CS)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Non ritengo che vi sia alcun per non concedere l'idoneità agonistica a sua figlia per gli esiti di una sindrome di Poland.
Gli esiti sono ormai stabilizzati e potrebbero determinare solo un deficit della forza a livello pettorale (che lei non vede perchè la ragazza probabilmente ha imparato a compensare con altri distretti).
Certamente non credo che tali esiti costituiscano pericoli per la sua salute.....anzi!
saluti
dr Pasquale Bergamo