Utente 233XXX
Salve,
in aprile scorso, al parco, ci allenavamo a fare schiacciate di pallavolo e ho avuto una fitta sopra al bicipite (direi tra il bicipite e l'omero, sul davanti). Normalmente gioco a pallavolo una volta a settimana da anni in maniera amatoriale, non schiaccio molto. Il dolore si è presentato (e si presenta solo) al momento dell'estensione massima del braccio dx in alto verso fuori. Mettendo il braccio a riposo (ovvero non in estensione) il dolore scompare.
Ho applicato un tubetto di Voltaren senza nessun risultato. Ho continuato con Dolofast senza nessun risultato. In questo periodo non ho fatto fare estensioni verso fuori al braccio dx ovvero ho mantenuto il braccio a riposo. Ogni 20-30 giorni ho riprovato con moderazione a ripetere il movimento causante il dolore e ho visto che si ripresentava.

Il mio medico di base omeopata mi ha dato Cimicifuga Homaccord compresse da sciogliere sotto la lingua ma non ho avuto risultati, quindi il medico di base mi ha consigliato di fare un'ecografia al braccio. L'ecografia (fatta a settembre) non riportava nessuna evidenza. L'ecografo ha consigliato di rivolgersi ad un ortopedico.

A ottobre, l'ortopedico mi ha fatto delle prove di spinta sui muscoli del braccio e ha rilevato che con queste prove non avevo dolore. Mi ha consigliato di fare la risonanza magnetica e 10 sedute di tecarterapia. Descrivendo la diagnosi al medico di base, questi mi ha consigliato di non fare nè risonanza nè tecarterapia (che non risolve molto, come ho anche potuto leggere su internet in vari siti medici). Mi ha consigliato fisioterapia e la pomata Arnica Compositum Heel. La pomata non ha dato risultati.

Invece della fisioterapia, a novembre, mi sono rivolto ad un medico agopuntore (consigliato da un amico che ha avuto ottimi risultati per problemi simili) che mi ha parlato di "sotto spinato": come diagnosi mi ha legato il 2° e il 3° dito insieme di entrambi i piedi con del cerotto di seta (per correggere la postura, da tenere nei giorni) e mi ha dato la pomata Celadrin da applicare sul braccio.

Sono al secondo tubetto di Celadrin e ho notato che è aumentata l'elasticità nel fare il movimento estensivo del braccio ma il dolore nel momento in cui estendo il braccio resta.
Aggiungo che da quando metto quest'ultima pomata, noto nel punto interessato un nodulo (5-6 mm) che nei primi mesi non ricordavo. Ho anche l'impressione che non sia sempre della stessa grandezza, ma ho l'impressione che vari se faccio qualche estensione del braccio di troppo.

Cosa ho? Come fare per recuperare il movimento della schiacciata di pallavolo? Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Malvicini

24% attività
0% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Si tratta sicuramente di una tendinopatia dei muscoli della cuffia dei rotatori della spalla da sovraccarico . Se la sintomatologia non è regredita con il riposo e la terapia medica, deve eseguire una ecografia della spalla seguita eventualmente dopo da una risonanza magnetica .
Il trattamento se confermata la diagnosi di tendinopatia necessita del consulto medico specialistico ortopedico o fisiatra .
Dr. ANDREA MALVICINI